Home Curiosita Terza età degli animali: cosa accade e cambia per loro quando invecchiano

Terza età degli animali: cosa accade e cambia per loro quando invecchiano

Terza età degli animali: tutti gli esseri viventi di questo mondo giungono alla vecchiaia. Noi, le piante e purtroppo anche i nostri cari amici a 4 zampe.

Cane insieme ai padroni
Cane insieme ai padroni – Fonte: Pinterest

In tanti ritengono che per conoscere l’anzianità del proprio animale bisognerebbe moltiplicare l’età per sette, in tal modo si dovrebbe capire (approssimativamente) quanto sia adulto.

Altri invece, sostengono che l’invecchiamento si possa stabilire soltanto in base a diversi fattori, tra cui: la razza, lo stile di vita e l’alimentazione.

Inoltre, nel caso dei cani, (secondo un gruppo di studiosi) le razze di taglie più piccole sono predisposte a sopravvivere di più a differenza di quelle grandi. Inoltre, gli animali di razza invecchiano prima dei meticci. 

Ma andiamo per ordine… proviamo a capire cosa cambia nella vita di alcuni animali quando cominciano a raggiungere la senilità: 

Terza età degli animali: cosa accade al gatto quando invecchia

I gatti vivono all’incirca dai 16 ai 21 anni, più diventano grandi più noterete in loro un cambiamento non solo fisico, (in quanto la loro agilità non sarà più la stessa) ma anche comportamentale.

Potrebbe interessarti anche: Accettare che il gatto sta invecchiando: come vivere meglio l’età di micio che avanza

Terza età nel gatto
Terza età nel gatto – Fonte: Pinterest

Quando il gatto comincia a diventare grande, ci sono diverse abitudini che non riesce più a svolgere e problemi che subentrano:

  • Pulirsi in maniera adeguata: come accennato prima, col passare degli anni la flessibilità degli animali cambia e questo complica l’esecuzione di pulizia personale, che avviene principalmente grazie alla loro mobilità.
  • Perdita della memoria: succede anche a noi umani, più l’età avanza più diventa complicato mantenere la memoria salda. Spesso, quando i gatti cominciano a soffrire di Alzheimer, diventano irrequieti ed evitano ogni tipo di contatto con altri animali domestici.
  • Perdita di appetito o peso: questo è un problema molto diffuso nei gatti anziani, la maggior parte delle volte dovuto a problemi digestivi, dentali o renali.

Terza età negli uccelli domestici

Ora invece, parliamo del secondo animale domestico più diffuso in Italia: gli uccelli. Nel loro caso, ci sono diversi segnali che ci indicano che stanno invecchiando, tra cui:

Uccello domestico in terza età – Fonte: Pinterest
  • La colorazione e brillantezza delle piume che cambia: o meglio, diminuisce. Questo perché, con l’avanzare dell’età, si perde la vivacità del colore e la lucidità del piumaggio.
  • Scolorimento delle zampe: un primissimo sintomo dell’invecchiamento degli uccelli è la perdita di colore nelle zampe.

Insomma, sono diversi i segnali che ci aiutano a capire quanto tempo rimane ai nostri piccoli amici pelosi. Quindi, visto che purtroppo non sono eterni, proviamo a sfruttare tutto il tempo a disposizione che abbiamo e coccoliamoceli ogni giorno.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Irene Forte