Home Gatti 5 incredibili curiosità sui gatti maschi, che li differenziano dalle femmine

5 incredibili curiosità sui gatti maschi, che li differenziano dalle femmine

Andiamo alla scoperta delle più sbalorditive curiosità che contraddistinguono i gatti maschi: la lista delle 5 chicche più sorprendenti.

Gatti maschi curiosità
(Foto Pixabay)

Solitamente si tende a credere che non ci sia differenza di genere tra i gatti. Eppure, queste 5 curiosità sui gatti maschi vi faranno ricredere: dalla longevità al colore del pelo, ecco i fatti più sorprendenti che non vi sareste mai aspettati potessero differenziare i nostri amici a quattro zampe.

Curiosità sui gatti maschi: pronti a scoprirle tutte?

Chi gode della compagnia di un pelosetto, sa bene quanto ogni felino sia unico e inimitabile.

Tuttavia, nel complesso esistono delle caratteristiche che accomunano i mici di genere maschile e li differenziano rispetto alle femmine.

Di quali si tratta? Ecco svelate le curiosità da scoprire sui gatti maschi.

Genere e colore del mantello

La maggior parte dei gatti dal manto rosso è di genere maschile.

gatto ladro di scarpe
Gatto rosso (Unsplash)

La spiegazione di questo curioso fenomeno è genetica: affinché il suo pelo sia fulvo, una femmina deve ereditare una copia del corrispondente gene da entrambi i genitori.

Il maschio, invece, ha bisogno di una singola copia. Per questo, nel mondo il rapporto tra mici rossi maschi e femmine è di 3:1.

Durata della vita

Incredibile ma vero: esattamente come avviene nella nostra specie, anche i felini domestici maschi sono meno longevi rispetto alle femmine.

In media, infatti, i primi vivono 14 anni, mentre le seconde raggiungono i 16 anni di vita. Qual è la spiegazione scientifica di questo fenomeno?

Secondo gli scienziati, la causa potrebbe essere dettata dal fatto che mici non sterilizzati vanno incontro a lotte e combattimenti per la riproduzione, che mettono a rischio la loro vita.

Inoltre, i maschi sembrano essere maggiormente predisposti all’insorgenza di alcune patologie, come quelle a carico delle vie urinarie.

Destro o mancino?

Secondo una ricerca, i gatti di genere maschile tendono ad usare maggiormente la zampa sinistra, mentre le femmine prediligono la destra.

Nello specifico, tra i felini partecipanti allo studio:

  • Il 52% dei mici era mancino;
  • Il 31% era destro;
  • Il 17% dei gatti non ha mostrato alcuna preferenza.

Potrebbe interessarti anche: Perché ai gatti piace tanto il pesce? Una curiosità tutta da scoprire

Carattere di papà gatto e socievolezza dei cuccioli

Chi l’avrebbe mai detto? Il carattere di papà gatto è in grado di influenzare l’indole dei micini.

razze di gatti particolari cuccioli di Blu di Russia
(Foto Pinterest)

Anche se probabilmente il maschio non incontrerà mai la sua prole, infatti, trasmetterà ai cuccioli un temperamento socievole ed estroverso o, al contrario, selvatico e introverso.

Da questo, naturalmente, dipenderà la predisposizione dei mici a socializzare o meno con gli esseri umani.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità feline: in passato i gatti venivano usati per consegnare la posta

I nomi più gettonati

Secondo una ricerca, il nome più gettonato per i mici statunitensi nel 2021 è stato Oliver.

Nel nostro Paese, invece, nell’elenco degli appellativi più scelti per il gatto ci sono Briciola, Romeo e Pepe.