Home Gatti Alcuni fattori di stress nei gatti: scambiarli per cani

Alcuni fattori di stress nei gatti: scambiarli per cani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09
CONDIVIDI

gatto terrorizzato

Nella convivenza con l’uomo, il gatto tende ad essere sottoposto ad una moltitudine di fattori che lo stressano nel quotidiano. Si tratta di elementi che influiscono sul suo comportamento, provocando nell’animale uno stato di malessere fino a diventare aggressivo. Nella maggior parte dei casi, si tratta di comportamenti che non prendono in considerazione la natura del felino domestico che ha un carattere e un’indole ben diversa dal cane e delle sue regole precise: come il dormire in luoghi tranquilli e appartati.

Purtroppo nella convivenza, il gatto viene troppo spesso scambiato per un cane per cui amiamo accarezzarli per ore e fargli le coccole laddove il gatto ama essere lui a chiedere le carezze. Molte azioni che compiamo nei confronti del gatto non rendono felice l’animale in quanto si tratta di una specie che a differenza del cane non è del tutto addomesticata e preserva ancora una parte selvatica.

Gli esperti ricordano che troppo spesso i padroni dei gatti chiedono determinate cose che rischiano di compromettere l’equilibrio psico fisico dell’animale. Ad esempio, tra i luoghi comuni più diffusi vi è quello di pensare che il gatto sia come il cane ma meno esigente. Tuttavia il cane è per natura un animale socievole, anche prima di essere stato addomesticato. Il gatto invece è indipendente e solitario. Un tempo, il gatto veniva utilizzato per tenere i roditori lontani da casa e solo negli ultimi secoli, è entrato a far parte della vita domestica a tutti gli effetti.

Inoltre, il gatto è territoriale e tende a non vivere in branco. Per cui spesso è un errore avere più di un gatto e volere che vadano d’accordo. In realtà si tratta di un’imposizione a tutti gli effetti.

Tra i sintomi più comuni di un gatto stressato vi sono la dermatite e la cistite. Secondo alcuni esperti, si tratta di patologie trasmesse da altri esemplari che infastidiscono e terrorizzano il gatto.

Per limitare possibili stress al micio di casa viene suggerito di lasciarli vivere liberamente in casa, senza sollecitarli troppo o obbligarli a fare determinate cose o imporre loro dei divieti.