Home Gatti Anagrafe felina Trentino Alto Adige: la disciplina regionale in materia di animali...

Anagrafe felina Trentino Alto Adige: la disciplina regionale in materia di animali d’affezione

In Trentino Alto Adige l’Anagrafe felina è disciplinata dalla L. R. n. 4/2012 e dal relativo Regolamento di attuazione n. 23-125/Leg. del 2013: ecco cosa stabiliscono.

Anagrafe felina Trentino Alto Adige
(Foto Adobe Stock)

Le Regioni hanno il compito di disciplinare, ricorrendo alla propria potestà legislativa, l’Anagrafe degli animali d’affezione (cane, gatto e furetto) competente per il proprio territorio: il Trentino Alto Adige ha regolato la propria Anagrafe felina con la Legge regionale n. 4 del 2012 ed il relativo Regolamento d’attuazione n. 23-125/Leg.

Il gatto nell’ordinamento giuridico italiano

Nell’immaginario collettivo il gatto è un animale libero; e la legge rende più “liberi” i rispettivi proprietari, se parliamo di adempimenti burocratici. Il cane, l’altro animale d’affezione d’eccellenza nella nostra società, può essere utilizzato come termine di paragone.

E' obbligatorio mettere il microchip al gatto? (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Ebbene per Fido è obbligatorio il microchip – e dunque l’iscrizione del registro dell’Anagrafe canina regionale; per il gatto, invece, il tutto è lasciato alla discrezionalità del proprietario. Salvo qualche eccezione: ad oggi, il microchip è obbligatorio per i gatti in Lombardia e in Puglia.

Purtroppo l’adesione su base volontaria non ha dato i frutti sperati: sono pochissimi, in relazione al numero di felini presenti sul territorio italico, quelli registrati. Tutto ciò nonostante l’iscrizione fornisca degli indubbi vantaggi: su tutto quello di aumentare notevolmente le probabilità di ritrovare il gatto smarrito.

Il microchip, come noto, è un dispositivo elettronico inoculato sulla pelle dell’animale; esso è contraddistinto da un numero di 15 cifre, associato univocamente a gatto e rispettivo proprietario.

Potrebbe interessarti anche: Microchip obbligatorio per i gatti in Puglia: cosa stabilisce la disciplina regionale

Anagrafe felina Trentino Alto Adige: le norme

Anche in Trentino Alto Adige non è obbligatorio iscrivere il proprio gatto nell’Anagrafe felina provinciale, istituita, a norma dell’art. 10 della Legge regionale n. 4 del 2012, dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari in collaborazione con i comuni.

Lettore microchip gatto (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

La normativa ne prevede il coordinamento con i dati contenuti nel registro dell’Anagrafe felina nazionale; tuttavia le modalità di iscrizione e di identificazione dei gatti sono stabiliti dal Regolamento di attuazione n. 23-125/Leg. del 2013.

Potrebbe interessarti anche: Quanti gatti ci sono in Italia? Un’indagine svela il numero dei piccoli felini VIDEO

Come anticipato, la registrazione del felino di proprietà avviene su base volontaria; la modalità di identificazione è quello utilizzata anche per il cane, ovvero mediante l’inoculazione del microchip sulla pelle dell’animale.

Nel registro, tuttavia, vengono iscritti anche i gatti delle colonie feline; al momento della sterilizzazione, ai felini viene applicato il dispositivo elettronico di riconoscimento.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio Scaramozza