Home Gatti Cambio di stagione nel gatto: come garantire il benessere del micio

Cambio di stagione nel gatto: come garantire il benessere del micio

Anche il gatto risente del cambio di stagione? La risposta è sì: scopriamo come rendere più sereno il passaggio dall’estate all’autunno.

Feromoni gatto
(Foto Pixabay)

Il cambio di stagione può renderci più irritabili e indebolire le nostre difese immunitarie. Per i mici la situazione è analoga: anche loro risentono della transizione da una stagione all’altra. Quali sono i disagi più frequenti a cui vanno incontro e come riuscire a risolvere la situazione? Ecco cosa sapere.

Cambio di stagione: interessa anche il gatto?

Come abbiamo anticipato, anche i nostri amici a quattro zampe risentono del cambio di stagione.

perché lo stomaco del gatto fa rumore
(Foto Adobe Stock)

L’abbassarsi delle temperature e l’accorciarsi delle giornate, infatti, può esporli a problemi di salute a carico delle vie aree, malattie gastrointestinali e persino stress e nervosismo.

Vediamo nel dettaglio a quali aspetti prestare attenzione per garantire al felino benessere e serenità.

L’importanza della cura del pelo

Il cambio di stagione coincide con la muta del pelo del micio.

gatto
(Foto Pexels)

Il mantello del gatto andrà progressivamente infoltendosi, per mantenere il felino al caldo e ben asciutto durante tutto l’inverno.

Se l’animale perde notevoli quantità di pelo, quindi, è assolutamente normale: si tratta di un processo fisiologico.

Dal canto nostro, potremo agevolarlo spazzolando quotidianamente il manto del quattro zampe e somministrandogli un’apposita pasta per evitare la formazione di boli di pelo nello stomaco dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Febbre alta nel gatto: cause, sintomi, cura della malattia

Attenzione agli sbalzi di temperatura

Occhio agli sbalzi di temperatura: il passaggio repentino dal caldo al freddo potrebbe provocare l’insorgenza di disturbi respiratori o intestinali nel micio.

Esemplari disinteressati
(Foto Pixabay)

Tra questi rientrano:

  • Febbre;
  • Bronchite;
  • Diarrea;
  • Raffreddore.

Per evitare che questo accada, si raccomanda di assicurarsi che, nel caso in cui il quattro zampe viva all’esterno, abbia a disposizione un giaciglio caldo e accogliente che lo tenga al riparo dalle basse temperature e dalle intemperie.

Potrebbe interessarti anche: Come spazzolare il gatto: ogni quanto farlo, come eliminare il pelo morto

Feromoni: un aiuto contro lo stress

Infine, un valido aiuto contro stress e agitazione è rappresentato dai feromoni.

I felini disinteressati
(Foto Pixabay)

Si tratta di prodotti artificiali che simulano l’odore di sostanze chimiche prodotte dai mici. Essi hanno un effetto distensivo e calmante. Non solo: inibiscono comportamenti problematici come la marcatura del territorio.

Non a caso, vengono spesso impiegati in caso di trasferimento, cambiamenti nella routine dell’animale e nuovi arrivi in casa, come bebè o altri animali.

Per godere dei benefici di questi prodotti basterà scegliere il prodotto più adatto tra spray e diffusori.