Home Gatti I gatti sono superiori ai cani: i risultati di una ricerca americana

I gatti sono superiori ai cani: i risultati di una ricerca americana

CONDIVIDI

cane gatto1

Una ricerca pubblicata dalla Pnas, la rivista dell’Accademia americana delle scienze avrebbe provato la superiorità del gatto sul cane.
Lo studio riportato dai media internazionali, tra i quali l’Indipendent (clicca qui), si è basato sulla teoria dell’evoluzione per cui sono stati analizzati oltre 2mila fossili. Emerge che i felini avrebbero contribuito all’estinzione di una quarantina di razze canine, mentre il contrario non è stato ancora dimostrato.

In base alla ricerca, le razze canine che sono sopravvissute sarebbero quelle più veloci con un istinto da predatore più sviluppato come i lupi e le volpi. Mentre le razze che cacciavano come i gatti, ovvero con la tecnica dell’imboscata, avrebbero subito la concorrenza sfrenata dei felini e si sarebbero pertanto estinte.

Tra i vantaggi dei felini si contano gli artigli che sono retraibili mentre quelli dei cani non lo sono. Artigli più affilati e quindi più letali che avrebbero contribuito a far sopravvivere meglio i felini.

I canidi, tra i quali i lupi, originari dell’America del Nord, di 40milioni di anni fa, avrebbe raggiunto il massimo della loro varietà 20 milioni di anni fa, contando oltre 30 specie diverse sul continente. Quando i gatti sono arrivati dall’Asia hanno portato all’estinzione di 21 razze di cani selvaggi.

“Di norma si pensa che siano i cambiamenti climatici a giocare un ruolo primordiale nell’evoluzione delle specie. In realtà, la competizione tra i carnivori si rivela un fattore importante quando si tratta dei cani”, ha commentato professore Daniele Silvestro dell’Università di Losanna.