Home Gatti Il pericolo dei collari per i gatti

Il pericolo dei collari per i gatti

CONDIVIDI

gatto strada

La moda degli accessori per gli animali ha avuto, negli ultimi anni, no sviluppo impressionante tanto che il fatturato del settore, nonostante la crisi, ha continuato a crescere. I nostri amati pelosi sono diventati un altro bel motivo, per i più spendaccioni, di fare acquisti. La frenesia dello shopping viene anche sollecitata dagli oggetti più sfiziosi con tanto di brillantini, Swarovski e perline che decorano collari, guinzagli o impermeabili. Una tentazione troppo forte per gli amanti della moda e delle piccole sciccherie!

Se da una parte il collare con la medaglietta era un modo per il proprietario di tutelare l’animale in caso di smarrimento, dall’altra la sua utilità in un mondo del consumismo è venuta in secondo piano rispetto al lato estetico. Oltre a ciò, gli esperti lanciano un allarme sui pericoli che può comportare un collare per il gatto.

Sul tema è intervenuta l’associazione animalista britannica Rspca che ha invitato i padroni ad acquistare prodotti certificati e approvati a livello veterinario, ricordando che per l’identificazione dell’animale è sempre meglio optare per il microchip.

Infatti, il collare può essere perso dall’animale e pertanto la sua utilità sarà vana. Per quanto riguarda la qualità del prodotto ci sono rischi che alcuni collari possano intossicare l’animale o ferirlo.

Nei casi più terrificanti, per i gatti, il collare si può rivelare un’arma letale. Infatti, il felino domestico ha l’indole del cacciatore e dell’esploratore e tende ad intrufolarsi nei luoghi più disparati in casa, così come all’esterno, si arrampica sugli alberi e in mezzo ai rami o tra i fili di ferro di una recinsione ci può essere il rischio che resti impigliato con il collare. Il collare può diventare un vero e proprio cappio e l’animale dimenandosi per liberarsi può morire per strangolamento e soffocamento.

Ecco perché viene suggerito di fare attenzione al tipo di collare per i felini prediligendo i collari a strappo, più facili da sganciare, anche senza l’intervento dell’uomo e che limiteranno il rischio che il gatto resti agganciato da qualche parte.

Gli esperti ricordano che i collari con la fibbia o quelli elastici si possono rivelare letali. Inoltre, ci sono stati molti casi, in cui i nostri adorabili mici sono stati curati per delle piaghe provocate dallo sfregamento dei diamantini sul collo.

Insomma, meglio essere più giudiziosi negli acquisti e non farsi prendere troppo dalla frenesia luccicante tra gli scafali dei negozi, optando per dei collari più sicuri per il gatto. Mentre, per quanto riguarda la tracciabilità dell’animale, meglio un microchip che si rivela una garanzia per l’individuazione del proprietario.