Home Gatti La tosse nel gatto: quali sono i rischi che corre il gatto?

La tosse nel gatto: quali sono i rischi che corre il gatto?

CONDIVIDI

La tosse è un riflesso causato dalla presenza di un agente irritante nei condotti bronchiali. La tosse nei gatti, non è così frequente come nei cani, ma è un problema da tenere sotto controllo e da non sottovalutare se persiste nei giorni.

Sintomi e rimedi per alleviare il fastidio della tosse

  • Asma bronchiale/allergia (frequente nel gatto l’edema polmonare allergico)
  • bronchite allergica
  • Reflusso gastro-esofageo
  • Filariosi cardiopolmonare
  • Chilotorace
  • Migrazione polmonare di larve parassitarie o infestazione da nematodi polmonari
  • Patologie tracheali

Una tosse di tipo infettiva la riconosci da questi sintomi: starnuti, occhi rossi e lacrimazione oculare, che prevedono tutte malattie virali feline. Una tosse che prevede l’ingrossamento del collo con secrezione di muco evidenzia una bronchite cronica. Una tosse improvvisa accompagnato da respiro affannoso e difficoltà respiratoria suggerisce la possibile presenza di asma felina. Una tosse poco frequente accompagnata da svogliatezza e perdita di appetito può insorgere nei gatti affetti da dirofilariosi, filariosi cardio-polmonare e malattie fungine. La tosse inizia con un meccanismo auto-induttore, cioè: il gatto inizia a tossire, irrita i condotti bronchiali, secca il rivestimento mucoso e riduce la resistenza alle infezioni che comportano, a loro volta, l’insorgenza di tosse.

Se il gatto dovesse avere una tosse ormai cronicizzata sarà il caso di eseguire una radiografia e fare dei lavaggi transtracheali. Questi lavaggi vengono effettuati posizionando un catetere sterile nella trachea del gatto previa anestesia. L’esame al microscopio delle cellule prelevate porterà alla giusta diagnosi. La broncoscopia è il giusto metodo per scoprire malattie e infiammazioni dei condotti bronchiali. Tale procedura prevede l’inserimento di uno strumento a fibre ottiche dentro la trachea con tanto di telecamera che ci permette di vedere ciò che stiamo cercando e prelevare campioni di tessuto. In seguito verrà pulito il condotto dal muco per far passare l’aria più facilmente.

L’importanza dei rimedi casalinghi

Nell’eventualità che il gatto oltre alla tosse, presenta febbre, disturbi intestinali, debolezza, segni neurologici, dovremo portarlo subito dal veterinario. E’ importante intervenire subito prima che i caratteri infiammatori si cronicizzino. In casa andrebbero evitati spray, disinfettanti ambiente,fumo e fertilizzanti. L’utilizzo di filtri HEPA può essere di aiuto allo scopo. Qualsiasi disturbo che interessi naso, gola, polmoni o cuore deve essere trattato.

In farmacia Plain Robitussin è un esempio di una preparazione per la tosse per gatti sicura ed efficace. Esso contiene un espettorante chiamato guaifenesina che non sopprime il riflesso della tosse ma fluidifica le secrezioni mucali favorendone la fuoriuscita.

B.M