Home Gatti Quello che non dobbiamo mai fare al nostro gatto…

Quello che non dobbiamo mai fare al nostro gatto…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47
CONDIVIDI

Atteggiamenti da evitare con il vostro gatto

gatto3

Voce molto alta. Il gatto non ama un tono di voce alto. Anche se cercherete di dirgli di “no” per insegnarli una determinata cosa, sappiate che non solo il gatto comprende un numero più limitato di parole rispetto al cane, ma odia ancora di più la voce alta che provoca in lui un sentimento di frustrazione e di conseguenza assumerà un comportamento inverso, ripetendo “apposta” l’errore che ha appena commesso.

Obbedienza e indipendenza. Come spiegato nella premessa, il gatto rispetto ai cani, non risponde al richiamo e non ha un amore incondizionato: il gatto pretende l’affetto e il rispetto del padrone. Per cui non bisogna mai forzarlo a fare qualcosa o ad assumere un determinato comportamento. I gatti sono indipendenti e hanno bisogno dei propri spazi. Non amano essere seguiti né tantomeno essere asfissiati dalla presenza di qualcuno.

Sguardo dal basso verso l’alto. Se c’è una cosa che il re della casa odia è guardare dal basso verso l’alto. Ecco perché quando vi approcciate al vostro gatto che vi viene incontro abbassatevi alla sua altezza. I gatti amano essere allo stesso livello delle persone.

Riposo. Il gatto ama la tranquillità e riposare in pace. Non disturbatelo mentre dorme.gatto4

Alimentazione. E’ risaputo che il gatto è un animale schizzinoso, così come è stato accertato da una recente ricerca. Viene suggerito somministrare cibi anche umidi al gatto che essendosi evoluto nel deserto, il suo organismo prendeva liquidi dalle sue prede. Per cui è bene ricreare un tipo di alimentazione alla quale il corpo del gatto è abituato fin dalla notte dei tempi. inoltre, il cibo umido aiuta ad eliminare i disturbi urinari nel gatto.

Acqua ristagnante. Il gatto non ama l’acqua ristagnante per cui evitare di lasciarla nella ciotola. In commercio esistono anche delle fontanelle create apposto che effettuano automaticamente il filtraggio e ricircolo dell’acqua creando attraverso il movimento continuo, l’illusione di acqua corrente.

Spazzola. Il gatto essendo di natura indipendente sa prendere cura della propria pulizia. Non ama pertanto essere spazzolato. Tanto è vero, potrete notare che una volta spazzolato oppure dopo che lo abbiamo accarezzato, tenderà a leccarsi su tutto il corpo per eliminare l’odore dell’uomo su di sé. In altri casi, ad alcuni esemplari piace essere spazzolati, per cui in cercare di capire al meglio il carattere del vostro felino.

La pulizia della lettiera. Il gatto è in grado di percepire degli odori che non sentiamo. Anche se prendiamo la lettiera più inodore che fa miracoli, lui sentirà gli odori sgradevoli e tenderà ad assumere comportamenti alternativi urinando nella vasca o nel lavabo. Inutile utilizzare deodoranti o profumi per tappare gli odori: l’olfatto dell’animale li scarterà per individuare subito l’odore sgradevole.