Home Gatti Salute dei Gatti Otite nel gatto: sintomi, cause, diagnosi e trattamento della patologia

Otite nel gatto: sintomi, cause, diagnosi e trattamento della patologia

L’otite nel gatto è un’infiammazione dell’orecchio del Micio. Vediamo insieme quali sono i sintomi e le cause di tale patologia.

otite gatto
(Foto Adobe Stock)

Uno dei sensi più sviluppati nel felino è l’udito. Tuttavia le orecchie del gatto sono soggette a varie infezioni e problemi. L’infezione più comune che possiamo riscontrare nel Micio è l’otite.

Tale disturbo può colpire sia un orecchio che entrambi e può avere un’origine improvvisa o essere un disturbo cronico. In questo articolo vedremo quali sono i sintomi a cui fare attenzione e cosa fare in caso di otite nel gatto.

Otite nel gatto: sintomi e cause

L’orecchio del gatto è composto da tre parti anatomiche: canale auricolare esterno, orecchio medio e orecchio interno.

Orecchio del gatto
(Foto Pixabay)

L’otite è un’infiammazione che colpisce l’orecchio del Micio, principalmente colpisce la parte esterna di quest’ultimo, ma se non curata in tempo può colpire anche la parte interna dell’orecchio del gatto, causando dei seri problemi all’animale, come la sordità.

La principale causa di otite nel felino è la presenza di parassiti, nello specifico degli acari dell’orecchio. Tuttavia ci sono molte altre cause che possono portare un’infiammazione all’orecchio del nostro amico a quattro zampe:

  • Allergie;
  • Infezioni fungine;
  • Infezioni batteriche;
  • Infezioni virali;
  • Problemi ormonali;
  • Presenza di un corpo estraneo nell’orecchio;
  • Tumore all’orecchio;
  • Difese immunitarie basse.

Inoltre anche una predisposizione genetica può portare il gatto a soffrire di otite, come nel caso del gatto Himalayano.

I sintomi di otite felina sono spesso lievi e attirano la nostra attenzione solo quando la situazione diventa più grave. Tuttavia i principali sintomi a cui fare attenzione sono:

  • Orecchie maleodoranti;
  • Cerume eccessivo;
  • Il gatto si gratta le orecchie;
  • Presenza di croste intorno alle orecchie;
  • Gatto scuote la testa;
  • Eritema;
  • Ulcere;
  • Mancanza di equilibrio;
  • Cambiamenti comportamentali.

Nel caso in cui il nostro amico peloso presentasse uno più sintomi sopraelencati è necessario contattare il veterinario.

Potrebbe interessarti anche: La cardiomiopatia ipertrofica nel gatto: cause e sintomi della malattia

Otite nel gatto: diagnosi e trattamento

Per diagnosticare l’otite nel Micio, il veterinario dovrà effettuare un esame completo del felino, facendo più attenzione alle orecchie.

Come scegliere il veterinario per il tuo gatto
(Foto Adobe Stock)

In questo caso, per un esame efficace, potrebbe essere utile sedare il nostro amico peloso. Inoltre lo specialista effettuerà un esame citologico, grazie ad un campione di cerume, per evidenziare la presenza di eventuali organismi che possono aver provocato l’infezione.

Nel caso in cui l’infezione abbia raggiunto l’orecchio medio e interno, potrebbe essere utile effettuare i seguenti test:

  • Raggi X;
  • TAC;
  • Risonanza magnetica.

Potrebbe interessarti anche: Istruzioni per la cura delle orecchie del gatto: metodi per la prevenzione

A seconda della causa che ha provocato l’otite nel gatto, il veterinario prescriverà il trattamento adeguato. Esso consiste nella prescrizione di antibiotici, antimicotici o antiparassitari.

Infine nei casi più gravi potrebbe essere utile ricorrere alla chirurgia per eliminare i tessuti o i materiali infetti dell’orecchio del nostro amico peloso.

Inoltre potrebbe essere utile anche un’adeguata pulizia delle orecchie del gatto effettuata da un professionista, soprattutto per prevenire tale patologia.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.