Home Gatti Senzatetto si prende cura di un gatto abbandonato

Senzatetto si prende cura di un gatto abbandonato

CONDIVIDI

enrique1

Era stato abbandonato nel bagno di un motel alle porte di Houston, in Texas. Un dolce gatto di nome Enrique che ha avuto la fortuna d’incontrare una donna speciale: una senzatetto ospitata dalla struttura che lo ha sentito miagolare e lo ha liberato. La donna si è poi presa cura di quella creatura lasciata al suo destino dal suo ex proprietario che, trasferendosi, non dubitato un istante a lasciarlo.

La senzatetto con tutte le difficoltà della sua condizione ha però aiutato quel gattino che da quel momento in poi è diventato un compagno di vita. La donna ha così preso a cuore Enrique che le ha regalato un peluche. Ma come sempre, le belle cose hanno una fine e i gestori del Motel hanno chiesto alla donna di rinunciare al gatto o alla stanza.

E così la donna non ha potuto rinunciare ad un po’ di calore soprattutto  in vista dell’inverno e ha provveduto a portare Enrique ad un rifugio: il Montgomery County Animal Shelter chiedendo se  potessero aiutare Enrique a trovare un po’ di stabilità che lei non poteva garantirgli.

“Questa donna meravigliosa si è presa molto a cuore il benessere del gatto. Gli ha dato molto considerando che ha pochissimo a disposizione”, ha scritto il rifugio, spiegando che la donna aveva anche lasciato una borsetta del gatto con qualche scatolette,  una copertina e l’orsacchiotto.

Una donna misteriosa che adesso il rifugio sta cercando di rintracciare per poterla aiutare quanto possibile, in quanto hanno sottolineato  i responsabili del centro: “Abbiamo bisogno di più persone buone in questo mondo. E vogliamo dimostrare loro che la gentilezza paga”.

Minda Emas Harris, la coordinatrice del rifugio ha dichiarato all’Huffington Post che Enrique è un giovane gatto, in salute e molto socievole anche con i cani che non avrà problemi a trovare una famiglia.

Nonostante tutti i problemi, quella donna, a differenza del precedente proprietario, ha fatto di tutto affinché il gatto potesse avere una seconda opportunità.