Home Gatti Il Seychellois: un felino dalle esigenze particolari

Il Seychellois: un felino dalle esigenze particolari

CONDIVIDI

Il Seychellois è un felino che comparve per la prima volta ad una esposizione dell’Orientale a pelo bianco nel 1980. Poiché la varietà bicolore non era prevista dallo standard di Siamesi e Balinesi, gli allevatori “puristi” di queste due razze si rifiutarono di riconoscere l’esistenza di esemplari con la presenza del bianco nel loro mantello. La FIFé, decise quindi di accontentare molti allevatori riconoscendo quindi questa razza con due colori. Nacque così il Seychellois che dal 2007 può partecipare a pieno titolo alle esposizioni.

TEMPERAMENTO:

È del tutto simile a quello dei suoi parenti Siamesi e Balinesi. Sono legati in maniera quasi morbosa al loro padrone: se potessero, farebbero tutto con lui. Sono dei gatti molto sornioni e amano stare in braccio. Al contrario non sono per nulla paurosi ne degli estranei ne dei nuovi ambienti, sono abili cacciatori e amabili conquistatori. Si cacciano in pericoli di continuo e il fatto che sono molto curiosi e intraprendenti non li rende gatti calmi come sembra. Essendo gatti affettuosi e attivi che soffrono molto la solitudine, necessitano di un padrone che dedichi loro tempo e attenzioni.

MORFOLOGIA:

Il gatto Seychellois ideale è di taglia media, ha una figura slanciata, agile ed elegante. Il suo corpo è lungo e longilineo, con l’ossatura leggera e la muscolatura robusta ma non pesante. Il collo è longilineo e snello. La testa è più lunga che larga, con il cranio piatto e il muso sottile; il mento è pronunciato e le guance sono moderatamente piene (nei maschi sono più possenti). Le orecchie sono molto grandi e larghe alla base, presentano punte angolari e un bordo esterno la cui linea continua la forma a cuneo della testa. Gli occhi sono a mandorla, né grandi né piccoli, leggermente inclinati e di colore blu intenso e profondo. Gli arti sono lunghi, sottili e sostenuti da piedi piccoli e ovali; la coda è lunga, sottile e coperta da pelo semilungo. Il mantello nel Seychellois shorthair è molto corto, fine, lucido e attaccato al corpo; pressoché assente il sottopelo. Il longhair ha invece pelo fine, di lunghezza media sul corpo, che si fa leggermente più lungo sulla gorgiera, a livello delle spalle e sulla coda in forma di pennacchio. Assente il sottopelo lanoso. Sono ammesse tutte le varietà di colore self e tabby previste per Siamesi e Balinesi ma con l’aggiunta del bianco che deve essere presente nel mantello per almeno un terzo. Il mantello colourpoint con bianco è quello tipico della razza.

CURE:

Le cure per questo gatto sono ridotte, una spazzolata a settimana per la varità a pelo lungo sarà più che sufficiente. Bisogna controllare gli occhi e le vie respiratorie che sono il punto debole del Seychellois. Un pulizia quotidiana sarà sufficiente per evitare brutte congiuntiviti.