Home News Angeli dei 4 Zampe Adelmo Lucci, il supereroe degli animali: “Esco di notte per salvarli”

Adelmo Lucci, il supereroe degli animali: “Esco di notte per salvarli”

CONDIVIDI

lucci

Adelmo Lucci è diventato una vera e propria celebrità a Ravenna e dintorni, dove è noto con il soprannome di “Signore dei Conigli”. L’uomo infatti è solito calarsi nei panni di supereroe per animali data la sua abitudine a girovagare di notte per le strade della città romagnola setacciando in particolare cassonetti dei rifiuti ed altri luoghi dove è molto alta la probabilità di trovare quattro zampe abbandonati. Di ritrovamenti ne ha effettuati Adelmo, e non soltanto relativi a cani e gatti: “Ho aiutato parecchi animali a trovare una casa, di tutte le specie. Qualcuno poi lo tengo con me, a casa ho tre conigli, e prima di un trasloco ne ospitavo addirittura ventisette”. Ora uno dei suoi tre conigli domestici si è talmente affezionato ad Adelmo Lucci da stargli spesso su una spalla per girare con lui.

Adelmo aggiunge: “Nei cassonetti dei rifiuti si trova di tutto: cani, gatti, ma anche tartarughe, conigli, iguane e serpenti. La scorsa primavera infatti ho trovato proprio un gigantesco serpentone di quattro metri”. Lucci ha preso questa singolare quanto lodevole abitudine da circa un anno e mezzo: almeno due volte a settimana esce in auto di notte con un amico per cercare e soccorrere animali abbandonati: “Faccio questo perché ho diverso tempo libero, a 62 anni sono troppo vecchio per lavorare e troppo giovane per andare in pensione, per cui aspetto di scavalcare il mio status di esodato. Allora cerco di rendermi utile in questo modo, anche se devo dire che fino a non molto tempo fa non ero un animalista convinto. Ma l’inciviltà delle persone mi ha spinto in questa direzione”.

Tra i primi ritrovamenti di Adelmo Lucci c’è la coniglietta Antonella, abbandonata tra l’immondizia perché malata di diabete: “Io l’ho presa con me e l’ho curata, come faccio con tutti gli animali che trovo, grazie anche all’aiuto del veterinario di Sant’Antonio. Li vaccino, presto loro le cure necessarie e favorisco eventuali adozioni, e poi vigilo affinché vengano tenuti bene. In centro ci sono tante telecamere, perciò gli abbandoni di animali avvengono in periferia o nella zona industriale, praticamente riesco a trovare un animale a sera. A Cervia una volta ho visto in diretta una signora che lanciava un coniglio dall’auto, l’ho filmata e denunciata. Purtroppo molta gente non capisce che un animale non è un giocattolo. Mi fu restituito ad esempio un coniglio solamente perché ai proprietari non piaceva il colore, ed anche un cane perché…abbaiava”. Proprio pochi giorni fa sempre in Romagna è stato effettuato un salvataggio poco comune…