Home News Agricoltore muore dopo il morso di un pipistrello vampiro

Agricoltore muore dopo il morso di un pipistrello vampiro

CONDIVIDI

In Brasile un agricoltore di 46 anni, Edivalson Francisco Souza, è morto dopo essere stato morso da un cosiddetto pipistrello vampiro, detto anche vampiro vero di Azara, il cui nome scientifico è Desmodus rotundus. L’episodio è avvenuto a Paramirim, nello Stato di Bahia, nel nord-est del Paese. In base a quanto riportano i tabloid inglesi, che fanno riferimento a fonti locali, non si tratta di un episodio isolato.

Secondo quanto ricostruito, l’agricoltore stava mungendo una mucca in un’azienda agricola quando accidentalmente si sarebbe avvicinato a un pipistrello. Questi gli ha morso il piede, ma l’uomo ne ha sottovalutato le conseguenze, per cui non si è fatto visitare in tempo ed è morto per “rabbia umana”, che il pipistrello vampiro gli ha trasmesso. Si tratta del primo decesso dal 2004, anche se un quarantina di persone sono state sottoposte negli ultimi tempi al trattamento anti-rabbia.

Uno di loro, Matheus Andrade, che vive nel centro storico della città, ha raccontato la propria esperienza: “Quando mi sono svegliato la mattina, ho trovato che il letto bagnato. Pioveva durante la notte e pensavo che fosse l’acqua fosse caduta. Ma era il mio sangue. È stato scioccante… Sono stato morsicato tre volte, due volte sulle dita dei piedi e una volta sul mio tallone, in due notti successive verso la metà di maggio”.

Il pipistrello vampiro, solitamente, si ciba del sangue degli uccelli, anche se negli ultimi tempi – visto l’incremento demografico delle zone in cui vivono – hanno iniziato anche ad aggredire gli uomini e a ricercarne il loro sangue. Il loro morso non provoca dolore intenso e può essere scambiato per un semplice taglio, ma le conseguenze possono essere molto pericolose.

Per combattere questo fenomeno degno di un racconto di fantascienza, è stata avviata, in questi giorni, una task force di agenti dell’autorità sanitaria, che si stanno muovendo nelle zone interessate dal fenomeno, che per il momento comunque crea soprattutto problemi agli animali domestici, i quali devono essere vaccinati. Il pipistrello vampiro è diffuso in tutto il continente americano: è di medie dimensioni e il cranio presenta un rostro corto e largo, una scatola cranica grande e tondeggiante ma priva di cresta sagittale, indice di una scarso sviluppo dei muscoli masticatori.