Home News Bergamo: sequestrati 54 cani in condizioni orribili (FOTO)

Bergamo: sequestrati 54 cani in condizioni orribili (FOTO)

Bergamo: sequestrati 54 cani costretti a vivere in orribili condizioni. Accuditi in 3 canili, ora si cercano famiglie che li accolgano

Alcuni dei cuccioli sequestrati ospitati nel canile di Grignano (Screen Facebook)
Alcuni dei cuccioli sequestrati ospitati nel canile di Grignano (Screen Facebook)

In provincia di Bergamo e’ stato effettuato un maxi sequestro di 54 “piccole anime senza colpa”” queste le parole utilizzate dalla Animalibera, canile di Grignano, per raccontare i spiacevoli eventi.

Un vicino della proprietà in provincia di Bergamo, dalla quale sono stati sequestrati i 54 cani, racconta di aver visto i pelosetti cercare di arrampicarsi sul tetto, abbaiare e guaire e che venivano messi in silenzio dalle grida di chi avrebbe dovuto prendersi cura di loro. Venivano tenuti senza riscaldamento, acqua corrente o elettricità.

Un lavoro davvero complesso in termini economici, di organizzazione e di aiuto nei confronti di cani” continua il post pubblicato dal canile “che provengono da una condizione di detenzione del tutto inidonea e incompatibile con le loro esigenze fisiologiche ed etologiche!“.

I cuccioli sono stati divisi in varie strutture, 33 si trovano presso il canile di Grignano, 16 nel canile Traina di Verdello e 5 al canile di Calvenzano. Grazie ad una autorizzazione da parte del Tribunale è possibile dare in affidamento i quattro zampe. Così ora si cercano delle famiglie che si possano prendere cura di loro e che gli mostrino quanta bella possa essere la vita insieme agli esseri umani.

Potrebbe interessarti anche: 14 cani sequestrati dalle autorità dopo la denuncia di un passante (VIDEO)

Sono 54 i cani sequestrati in provincia di Bergamo: “54 “piccole anime senza colpa””

Alcuni cuccioli sequestrati che si trovano nel canile di Grignano (Screen Facebook)
Alcuni cuccioli sequestrati che si trovano nel canile di Grignano (Screen Facebook)

Maxi sequestro quello avvenuto in provincia di Bergamo che ha salvato 54 cani. Erano tenuti in condizioni terribili in una struttura senza acqua corrente, elettricità o riscaldamento. I cuccioli sono tutti meticci, di età compresa tra i 2 e 8 anni, sono di piccola taglia e il peso varia tra i 4 e 8 chili.

La loro situazione non era nuova alle forze dell’ordine, ma nell’ultimo periodo, grazie anche all’aiuto di A.G., Presidente dell’Associazione Animalibera, è stato possibile intervenire con il sequestro penale e portare finalmente i pelosetti lontano da li.

Trasportati da un veterinario per controllare la loro salute, in alcuni di loro sono state riscontrate patologie che però grazie alle cure somministrate potranno essere guarite.
Oggi questi piccoli sembrano davvero aver compreso che vivere vuol dire anche correre, giocare, indossare una pettorina” scrivono sul post, pubblicato da Animalibera sulla loro pagina social “camminare, farsi fare le coccole, avere una molteplicità di stimoli sensoriali diversi!“.

Condividono anche una meravigliosa notizia: “Grazie a una di noi e al maresciallo dei carabinieri forestali che davvero ha supportato questa operazione di sequestro con determinazione e fermezza” comunicano “abbiamo avuto l’autorizzazione dal tribunale ad affidare i “piccoli”, in attesa che la confisca diventi esecutiva all’esito del processo, che purtroppo si sa ha tempi sempre molto lunghi!“.

Elencano tutti i nomi dei 33 presenti nella loro struttura, per poi chiedere aiuto nel cercare 33 splendide famiglie che potranno prendersi cura di loro. “Sono 33 nanetti di una dolcezza infinita che vi porteranno un amore che non potrà che essere immenso” continuano.

Una casa sicura, amorevole e piena di gioia viene cercata da tutti e 54 i cuccioli, che hanno vissuto momenti terribili e si meriterebbero di iniziare una nuova vita, potendo finalmente essere felici!