Home News Bim: cane senza zampe impara a camminare sulle protesi

Bim: cane senza zampe impara a camminare sulle protesi

Il cane di nome Bim è stato trovato inerme con le zampe tagliate ma adesso ha una nuova vita davanti a sé e deve imparare a conviverci.

cane con le protesi
Bim (Screen video dpa Picture-Alliance)

La storia di Bim non è stata rose e fiori, anzi ne ha passate di tutti i colori e il suo corpicino ne è la prova. Nonostante non possa raccontare tutte le cose orribili che gli sono state inflitte, Bim dimostra ogni giorno quanto sia felice delle cure che ora sta ricevendo. Il cagnolino è un mix terrier a cui hanno tagliato le zampe e ora ha iniziato una nova vita grazie alle protesi appositamente realizzate per lui.

Senza zampe a causa dei maltrattamenti subiti: la forza del cane Bim

cane con zampe tagliate
Bim in piedi (Screen video dpa Picture-Alliance)

Bim è stato trovato sofferente in mezzo alla strada in un paese dell’Ucraina con le zampe tagliate e ferite alle orecchie e alla coda. La fortuna ha voluto che a trovarlo sia stato l’attivista per la protezione degli animali Ralf Seeger e che lo portasse con lui in Germania. Qui il cagnolino ha potuto rimettersi in piedi in tutti i sensi. “Un amico, un tecnico ortopedico, gli ha fatto quattro protesi alle gambe“, ha raccontato Ralf. Ora a Bim non resta che esercitarsi a camminare sulle sue nuove zampe in silicone.

Ti potrebbe interessare anche >>> Di ritorno dal salone: la donna si accorge di aver preso il cane sbagliato

Il piccolo miracolo è stato possibile grazie alle cure dall’associazione Heroes for Animals – Animal Aid International, le quali sono durate diverse settimane. Prima di applicargli le protesi, infatti, il mix terrier bianco e nero si doveva riprendere dai molteplici traumi che aveva subito. Una volta guarito, a Bim manca solo abituarsi alle protesi in silicone per poter camminare di nuovo. Tuttavia il team è sicuro che Bim si abituerà presto alle sue nuove compagne di vita.

Ti potrebbe interessare anche >>> Svolta per Luno, il cane prigioniero: allontanato per sempre dalla sua padroncina

Ralf è un 59enne che si occupa del benessere degli animali da oltre 40 anni, e in tutti questi anni ha visto una sofferenza e crudeltà verso gli animali nelle zone di guerra incredibili. La sua associazione è dedita principalmente a questo scopo e infatti ha curato diversi animali con ferite d’arma da fuoco nella schiena, o schegge su tutto il corpo. Il lavoro di queste persone è meraviglioso e grazie a loro molti animali possono avere una seconda possibilità di vita.