Cane chiuso in un sacco e lanciato da 2 metri di altezza: lo ritrovano così

Foto dell'autore

By Lisa Girello

News

Il cane è stato chiuso in un sacco e poi lanciato da 2 metri di altezza: il suo ritrovamento è miracoloso e incredulo.

Ragazzo lancia busta con cane dentro
Ragazzo lancia busta (YouTube – Bro Long Stray Dogs Shelter)

Abbandonare un animale domestico è un reato punibile per legge. Tuttavia questo non frena le persone a maltrattare e gettare via come spazzatura i nostri amici a quattro zampe. Un cane è stato lanciato dalla strada al di là di un cancello alto due metri. A ritrovare il cucciolo in difficoltà sono stati due ragazzi che hanno sentito dei lamenti provenire da un sacco chiuso. Una volta aperto hanno trovato la triste sorpresa. Aveva ancora il collare e la corda legati al collo.

Lanciato a due metri di altezza al di là del cancello: cucciolo salvo per miracolo

Ci sono molti tipi di persone a questo mondo e non si riesce ad immaginare come si possa abbandonare un animale in quel modo, gettato via come spazzatura. I due ragazzi, durante un primo controllo, non hanno notato niente di strano nel cucciolo, che sembra essere un Welsh Corgi Pembroke. Hanno eseguito vari test per capire se soffrisse di qualcosa o fosse malato, constatando avesse una malattia delle pelle. L’hanno portato quindi all’interno del rifugio più vicino, dove gli hanno fornito cibo e acqua.

Cucciolo abbandonato dentro busta
Cucciolo abbandonato (YouTube – Bro Long Stray Dogs Shelter)

Non sanno come la famiglia che l’ha accudito fino a quel momento sia riuscita a gettarlo via in quella maniera brutale, all’interno di un sacco. I volontari del rifugio non si spiegano perché non li abbiano contattati o suonato alla porta al posto di lanciarlo al di là del cancello di due metri. Se cadeva nel modo sbagliato, per esempio colpendo la testa, poteva essere finita per lui.

corgi abbandoanto
Cucciolo al rifugio (YouTube – Bro Long Stray Dogs Shelter)

Apparentemente, non ha problemi di salute, solo molta fame e sete. Deve essere stato incatenato per molto tempo prima di gettarlo via come spazzatura. Una volta liberato dal suo guinzaglio tutto rovinato, hanno notato meglio che il collo era ricoperto di rush, quindi aveva in corso una malattia che aveva colpito la pelle e il pelo era incollato tutto insieme, tutto causato proprio da quel collare tenuto per troppo tempo. Un vero mistero del perché l’abbiano abbandonato visto che fisicamente, sembra stare bene.

In un secondo momento, gli operatori del centro hanno controllato le telecamere di sorveglianza e hanno visto un ragazzo giovane con una busta bianca avvicinarsi al cancello e poi gettarlo via, mentre il cucciolo si dimenava all’interno del sacchetto. Come appurato, fortunatamente la caduta non ha causato danni alle zampe o alla colonna o alla testa del cagnolino. Gli operatori del rifugio si stanno prendendo cura del cucciolo e lo rimetteranno in sesto, pronto per poi andare in una famiglia amorevole.

Gestione cookie