Home News Cane ritrovato dopo 9 giorni: era sordo e con tanti altri problemi...

Cane ritrovato dopo 9 giorni: era sordo e con tanti altri problemi di salute

CONDIVIDI
cane ritrovato
@Facebook

Si chiama Arturo il cane ritrovato dopo che per 9 giorni era sparito senza lasciare alcuna traccia. Il quattrozampe in questione era scomparso dalla casa della sua famiglia ad Alassio, nota località di mare in provincia di Savona. Arturo ha ben 14 anni e diversi problemi fisici: oltre ad essere sordo, deve fare i conti anche con una forma di demenza senile e a qualche limitazione relativa alle sue capacità di movimento. Il cane ritrovato viveva per la precisione a Solva, una frazione di Alassio. Per riportarlo a casa era stata organizzata una vera e propria spedizione su larga scala, con tanto di avvisi, giro di telefonate e quant’altro. Fino a quando i volontari di ‘Croce Bianca Progetto Amici Animali’ di Alassio non hanno diffuso la bella e tanto desiderata notizia relativa all’individuazione ed al recupero del tenero animale.

Cane ritrovato, il posto di Croce Bianca

“Credete nei miracoli? Vi raccontiamo il nostro. 9 giorni fa abbiamo iniziato le frenetiche ricerche di Arturo, il meticcio scomparso il giorno 8 dicembre. Ogni minuto, ogni ora, ogni giorno che passava le speranze che avevamo si affievolivano… oggi una telefonata, momenti caotici, notizie che si accavallano “abbiamo trovato Arturo”, con i minuti i tasselli hanno preso posto; Arturo é stato trovato, Arturo dopo 9 giorni di freddo e fame é vivo! Ora siamo dal veterinario vi terremo aggiornati”.

Era accaduto ben di peggio ad un altro povero, sfortunatissimo cane, vittima di qualcosa di veramente terribile. Il suo padrone gli aveva infatti sparato alla testa per poi abbandonarlo con una insensibilità che lascia esterrefatti in una zona isolata di campagna. La vicenda è accaduta nei giorni scorsi in provincia di Cremona, e ciò che la rende anche più triste è che si è verificata quando ormai siamo a poca distanza dal Natale. Lo sfortunato quattrozampe si chiama Carlos e ha ricevuto un colpo di arma da fuoco in testa da parte di quello che era il suo padrone. Ma una persona che fa questo meriterebbe ben altri aggettivi. Il mostro ha poi lasciato Carlos nelle campagne, abbandonandolo al suo destino, nella convinzione che sarebbe morto di lì a poco ed andandosene via come se niente fosse, senza più quello che considerava evidentemente come un peso.

 

Il post su Arturo