Cane scappa di casa ogni giorno: quando saprai dove va, non tratterrai le lacrime

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Un uomo segue il suo cane che ogni giorno scappa di casa: quando scopre dove va non può trattenere le lacrime.

cane funerale padrone triste
Il cagnolino Sabir (Screenshot foto Twitter – Raşit Bostancı – amoreaquattrozampe.it)

Tutte le mattine il cagnolino Sabir esce di casa, si allontana dalla sua famiglia e fa ritorno all’abitazione solo in tarda serata. Il motivo del comportamento del quattro zampe ha destato interesse e preoccupazione nell’umano che da poco vive con lui, Ismail. L’uomo ha così deciso un giorno di seguire il piccolo Sabir per vedere dove si sarebbe recato e dove avrebbe trascorso l’intera giornata. Quando Ismail ha compreso il motivo del comportamento del cucciolo non ha potuto fare a meno di commuoversi.

Il cane Sabir si allontana da casa ogni giorno per andare  dall’umano defunto

La storia di Sabir e di Ismail è stata raccontata sui social network, conquistando il cuore di migliaia di utenti del web.

cagnolino Sabir umano defunto
Il cagnolino Sabir al funerale del suo umano (Screenshot foto Twitter –
Raşit Bostancı – amoreaquattrozampe.it)

 Vi aspettiamo sul nostro nuovo canale TELEGRAM con tanti consigli e novità

Come raccontato da Ismail, il cagnetto era appartenuto al padre, Matin, morto poco tempo prima a causa di una grave malattia. Matin aveva lasciato al figlio il compito di prendersi cura del suo quattro zampe e così Ismail ha fatto. Il cagnolino è stato accolto nella casa della nuova famiglia umana, ma sin da subito appariva chiaro che il cucciolo soffriva per la morte del suo proprietario. Gli occhi di Sabir esprimevano tutta la sua grandissima tristezza.

cagnolino tomba umano defunto
Il cagnolino Sabir sulla tomba del suo umano (Screenshot foto Twitter –
Raşit Bostancı – amoreaquattrozampe.it)

Seguici su FACEBOOK per non perdere gli articoli, le foto e i video di Amore a quattro zampe

Pochi giorni dopo l’arrivo nella nuova casa, il cagnetto ha iniziato a manifestare il desiderio di uscire dall’abitazione per trascorrere alcune ore all’aperto. Così non appena gli è stato possibile ha cercato, ed è riuscito a trovare, la strada per il cimitero. Da allora, tutti i giorni, Sabir esce di casa e percorre decine di chilometri per raggiungere la tomba di Matin, sopra alla quale si sdraia rattristato; poi alla sera, alla chiusura dei cancelli del cimitero, torna a casa.

Come dimostra la triste storia di Sabir, il legame che si viene a creare tra un animale domestico e il suo umano è estremamente forte. Spesso sui social network vengono condivisi video e foto che testimoniano l’amore e la lealtà che gli animali dimostrano nei confronti dei loro umani defunti. La morte non cancella il ricordo che cani e gatti hanno dei loro cari: l’affetto che gli animali continuano a manifestare per una persona scomparsa trascende i confini stessi dell’esistenza mortale. Così testimonia ad esempio la storia del cagnolino Vaguito che tutti i giorni ormai da diversi anni trascorre le giornate in spiaggia con gli occhi rivolti al mare che gli ha portato via il suo padrone, attendendo invano il ritorno dell’uomo morto in un terribile naufragio. Lo stesso affetto lo ha dimostrato poi una cagnolina che in Ucraina dopo un attacco missilistico nel quale erano deceduti i suoi umani non voleva più allontanarsi dal piumone del letto sul quale fino a poche ore prima aveva dormito insieme alla sua famiglia che adesso giaceva sotto alle macerie e ai detriti dell’edificio bombardato. (di Elisabetta Guglielmi)

Impostazioni privacy