Home News Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento

Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento

Un ragazzo di 27 anni è stato dichiarato colpevole di crudeltà nei confronti degli animali e di un reato più grave ovvero la detenzione di un cane da combattimento.

Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento
Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento

A quanto pare il motivo principale che avrebbe portato il ragazzo ad essere arrestato sarebbe la crudeltà più brutale che si possa fare nei confronti degli animali.

L’uomo infatti ha lasciato i suoi 3 cani Prince, Dior e Caramel rinchiusi all’interno della sua vettura sotto il sole cocente senza avere accesso a cibo e acqua per almeno 2 ore.

L’uomo il 27enne identificato come Mark Agyeman-Anane avrebbe infatti lasciato i 3 cani sofferenti in auto senza preoccuparsi del loro benessere e delle loro condizioni di salute per oltre 2 ore.

Cane da combattimento rinchiuso nell’auto cocente

Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento (Foto Pixabay)
Condannato per crudeltà e per la detenzione di un cane da combattimento (Foto Pixabay)

Ad aggravare ulteriormente la sua situazione ci sarebbe anche il fatto che Caramel sarebbe un grosso pitbull da combattimento e a quanto pare a Grove Road, Hastings nel regno unito la detenzione di questa particolare razza on sarebbe concessa e sarebbe vietata dalla legge (sezione 1(3) e 7 del Dangerous Dogs Act 1991).

l’uomo a rigettato tutte le accuse dichiarandosi innocente, ma i magistrati di Brighton ad  aprile hanno deciso di dichiararlo colpevole di   tre accuse per maltrattamento avendo causato sofferenze inutili a più  animali protetto oltre all’accusa di possesso  e custodia di un cane da combattimento.

Pur essendosi dichiarato non colpevole i magistrati essendo a conoscenza dei fatti hanno condannato l’uomo, il 27enne è stato rinviato su cauzione incondizionata e sarà condannato dal tribunale in via definitiva a maggio.

Il Dangerous Dogs Act 1991

(Foto Pixabay)
Dangerous Dogs Act(Foto Pixabay)

Il Dangerous Dogs Act stilato nel 1991 è un atto del parlamento del regno Unito che vieta la detenzione di determinate razze di animali considerandoli pericolosi .
a quanto pare la detenzione di queste particolari razze costituirebbe reato in quanto nel 1991 ebbero luogo alcuni attacchi provocati per l’appunto da queste razze tra cui spicca il pitbull.

Se bene siano passati anni ed è chiaro ormai a tutti che non siano i cani ad essere aggressivi ma i proprietari degli stessi che li obbligano alla privazione del cibo e alla manifestazione di un comportamento violento, questa particolare legge ancora molto diffusa.

Se bene in questo caso sia stato un avvenimento provvidenziale quello di sottrarre il cane all’uomo, ancora si giudicano o cani in base alla propria razza e non in base al proprio comportamento, c’è da precisare in oltre che gli attacchi non sono diminuiti da quando è stata emanata questa legge, perché si è pensato di vietare determinate razze di cani anziché di educare i proprietari.