Home News Coppia accusata di crudeltà per non aver curato il cane con i...

Coppia accusata di crudeltà per non aver curato il cane con i vermi (FOTO)

Una coppia è stata accusata di crudeltà verso gli animali per non aver prestato le adeguate cure al loro cane di famiglia che affetto da vermi intestinale è stato trovato in condizioni pessime.

Una coppia è stata accusata di crudeltà verso gli animali per non aver prestato le adeguate cure al loro cane di famiglia
Una coppia è stata accusata di crudeltà verso gli animali per non aver prestato le adeguate cure al loro cane di famiglia (Foto RSPCA)

Il cane di nome Roman è infatti stato trovato in uno stato pietoso, con ossa sporgenti che denotano una gravissima malnutrizione, i coniugi proprietari del cane sono quindi stati accusati per non aver curato la malattia e le lesioni del cane.

Dopo mesi dalla diagnosi non hanno apportato alcuna cura al povero animale sofferente, accusa per il quale sia la donna di 26 anni che l’uomo di 27 si sono dichiarati colpevoli.

Il cane è infatti stato portato via dalla casa in cui gli era stata causata così tanta sofferenza, il cane è stato prelevato dall’abitazione del suo proprietario a Caboolture, nel nord di Brisbane, dopo che RSPCA ha trovato il cane affamato positivo a l’anchilostoma.

l’ Anchilostomi

Una coppia è stata accusata di crudeltà verso gli animali per non aver prestato le adeguate cure al loro cane di famiglia (Foto RSPCA)

E’ una particolare specie di vermi che si annidano nell’intestino del cane nutrendosi del sangue dell’animale.

Questi vermi si riproducono depositando le proprie uova nell’intestino del cane , solitamente questi parassiti entrano nel corpo per via orale ma sono in grado di penetrare anche tramite la pelle.

Nel caso in cui questi parassiti entrino nell’organismo tramite l’epidermide l’infestazione di questi vermi causa anche gravi infezioni cutanee.

E’ inoltre possibile la trasmissione di questi parassiti ai cuccioli attraverso il latte materno, le uova dei parassiti vengono espulse tramite feci ma una volta nell’ambiente rientrano in circolo nell’organismo del cane.

Il salvataggio del cucciolo

Roman il cane salvato dall'RSPCA dopo che i suoi proprietari l'avevano lasciato senza cure (Foto RSPCA)
Roman il cane salvato dall’RSPCA dopo che i suoi proprietari l’avevano lasciato senza cure (Foto RSPCA)

Dopo essere stato portato via dalla propria abitazione l’RSPCA ha confermato alla Corte della magistratura di Caboolture che al suo ritrovamento Roman pesava 21,7 kg ovvero 13 kg in meno di quanto sarebbe dovuto pesare se fosse stato nutrito adeguatamente.

Inizialmente i suoi proprietari hanno insistito nel sostenere di aver nutrito il cane due volte al giorno con dei croccantini, ma dalla valutazione del veterinario è risultato impossibile credere che il cane mangiasse due volte al giorno date le condizioni gravissime del povero Roman.

I proprietari di Roman hanno comunque continuato a sostenere che il cane era sempre stato molto magro, ma secondo i veterinari il deperimento del cane era dovuto a mesi di sofferenza.

Per il dolce Roman è stata stabilita una rigida alimentazione, alimentazione che l’RSPCA ha fatto rispettare al cane tanto che da quando è stato sottoposto a questa “Dieta” il cane ha già riacquistato ben 10 kg.
La coppia è stata condannata al pagamento di 3.600$ e le è stato vietato di detenere qualsiasi animale domestico per almeno 18 mesi.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Loriana Lionetti