Home News Il cucciolo di bassotto non mangia mai prima del suo amichetto… di...

Il cucciolo di bassotto non mangia mai prima del suo amichetto… di peluche (VIDEO)

Un video su TikTok mostra l’educazione del dolce cucciolo di bassotto di nome Gideon, che non mangia mai prima del suo orsetto di peluche.

cagnolino bassotto mangia orsetto
Il bassotto Gideon attende il suo turno per mangiare (collage Screenshot video TikTok – gideonthedachshund)

Gli atteggiamenti messi in atto dagli animali e le loro emozioni nella maggior parte dei casi sono quasi del tutto uguali a quello che fanno e provano gli umani. Un video condiviso pochi giorni fa su TikTok, che ha per protagonista un cucciolo di Bassotto, sembra dimostrare proprio questo assunto. Del resto i neuroscienziati hanno potuto confermare, attraverso i loro studi sull’apprendimento emotivo nei cani, come questi animali siano perfettamente in grado di provare emozioni complesse come quelle degli esseri umani. Bisogna considerare però che molte volte il nostro sguardo soggettivo ci porta a interpretare in modo sbagliato i comportamenti che osserviamo negli animali domestici, finendo per umanizzarli. Forse anche guardando il video del tenero Bassotto potremmo essere portati a interpretare l’atteggiamento del cagnolino come tipicamente umano.

Il tenero cucciolo di bassotto Gideon e il suo orsetto di peluche (VIDEO)

Gideon bassotto orsetto peluche
Il bassotto Gideon posiziona il suo peluche sulla ciotola per farlo mangiare per primo (collage Screenshot video TikTok – gideonthedachshund)

Il protagonista del filmato è appunto un cagnolino appartenente alla razza Bassotto tedesco dal manto marroncino. Il cucciolo di nome Gideon ha anche un suo profilo personale su TikTok (@gideonthedachshund) il cui titolo Gideon the Dachshund, che tradotto in italiano è Gideon il Bassotto, è accompagnato dalla frase «Il bassotto chiamato Gideon con il naso rosa» («Dachshund named Gideon with a pink nose»). Considerando che ha quasi ottantamila follower si potrebbe affermare che è piuttosto famoso. I suoi padroni infatti condividono spesso video e post sul loro particolare cucciolo, che come tutti i cagnolini della sua razza sa essere vivace, giocherellone ma anche fedele e altruista.

Ti potrebbe interessare anche >>> La storia di Froggy: il cane che non può separarsi dal suo peluche (VIDEO)

Soprattutto queste due ultime qualità sono messe particolarmente in evidenza nell’ultimo video. Come spiegato da una didascalia posta sotto al filmato, ogni volta che Gideon riceve la sua porzione di cibo prende il suo orsetto di peluche e lo posiziona con la testa dentro la ciotola. Nel testo si legge infatti «When I give him his food, he pushes over this teddy bear to “eat first”» («Quando gli porto il cibo, spinge il suo orsetto di pezza a mangiare per primo»). La scena ripresa mostra proprio il momento in cui il cagnolino trascina il pupazzetto e lo posiziona sopra la ciotola, per poi allontanarsi rispettosamente e attendere pazientemente il suo turno per mangiare. Gideon cerca anche di incoraggiare il suo amico a iniziare il banchetto, tanto che a un certo punto si riavvicina all’orsetto e spinge con il muso la testa del peluche verso la ciotola.

@gideonthedachshundHe’s just so kind🥹♬ Can’t Help Falling in Love – Haley Reinhart

Ti potrebbe interessare anche >>> I comandi eseguiti da una cane Beagle sulle note di una canzone (VIDEO)

Questo particolare comportamento messo in atto quotidianamente dal cucciolo di Bassotto potrebbe essere interpretato allo stesso modo del comportamento di una bambino che giocando con il suo bambolotto gli dà da mangiare. Così però si potrebbe finire erroneamente per umanizzare i comportamenti degli animali. Potremmo invece considerare che nei branchi dei lupi e dei cani allo stato brado il capo mangia per primo, mentre gli altri componenti del gruppo mangiano subito dopo a seconda dell’ordine gerarchico. In qualsiasi modo decidiamo di interpretare il comportamento del cagnolino, resta il fatto che Gideon riconosce l’importanza del suo amichetto di peluche e si preoccupa che anche lui abbia una porzione di cibo, anzi la migliore. (di Elisabetta Guglielmi)