Home News La femmina di orso mal sopporta il suo corteggiatore (FOTO)

La femmina di orso mal sopporta il suo corteggiatore (FOTO)

La strabiliante foto, immortala la meravigliosa scena che vede l’orso femmina respingere un suo corteggiatore con foga

Orso femmina rifiuta un corteggiatore (Screen Facebook)
Orso femmina rifiuta un corteggiatore (Screen Facebook)

La natura ci offre lo spettacolo più bello che potremmo mai vedere nella nostra vita. Dai paesaggi agli animali, potremmo restare per ore imbambolati ad osservare la magnificenza che ci si presenta davanti gli occhi.

Respirare odore di salsedine in riva al mare, sentire il vento quando siamo su una collina, ascoltare il rumore degli alberi mentre siamo in un bosco o osservare gli animali quando sono liberi nei loro habitat non ha prezzo, e per poter continuare a vivere tutto questo, dovremmo iniziare a rispettarli di più. Ambiente e animali.

Tante le emozioni che si provano quando si riesce ad entrare in contatto con esemplari che vivono tranquilli e svolgono la loro routine, soprattutto se sono animali lontani dalla nostra di routine. L’adrenalina che scorre nel nostro corpo alla loro sola vista basterebbe per farceli amare ancora di più. E’ inebriante vederli tranquilli e liberi, soprattutto se poi abbiamo la fortuna di essere testimoni di particolari avvenimenti.

Come un fotografo, che ha immortalato con una fantastica immagine, il momento nel quale due orsi, su due rami, si “urlano addosso”. O meglio, la femmina è quella che proprio non vuole avere niente a che fare con il suo simile davanti a lei. A spiegare cosa succede è il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti per la protezione delle risorse naturali e il patrimonio Americano, sulla loro pagina Facebook. Quello che accade è davvero incredibile.

Potrebbe interessarti anche: Automobilista insegue orso, si procederà per vie legali (FOTO)

La femmina di orso proprio non vuole le avances del suo simile

Orso (Pixabay)
Orso (Pixabay)

Ci troviamo all’interno del Great Smoky Mountains National Park, America, precisamente tra il Tennessee e la Carolina. Un visitatore, che si trovava al Parco, non ha potuto evitare di immortalare al scena. Due esemplari di orso nero americano, si trovavano su due rami di due alberi diversi. La femmina “aggredisce” in tutta la sua magnificenza e potenza l’esemplare maschio, suo corteggiatore. La femmina proprio mal vedeva le sue avance portando avanti il rifiuto per più di un ora.

La foto, fatta per partecipare ad un contest con lo scopo di raggruppare foto per mostrare gli animali liberi in natura, è stata postata sulla pagina Facebook del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti per la protezione delle risorse naturali e il patrimonio Americano, aggiungendo nella descrizione ciò che stava accadendo, spiegando la foto, e gli accorgimenti che dobbiamo seguire quando potrebbe capitare di entrare in contatto con questi animali.

Una femmina di orso nero al Great Smoky Mountains National Park” scrivono “non è rimasta colpita dal suo corteggiatore maschio e ha trascorso un’ora su un albero abbaiandogli di andarsene“. Il post prosegue con dei consigli su come comportarsi se si incontra sulla propria strada un orso.

Fondamentale lasciargli spazio. Se vogliamo scattare foto o girare un video, dobbiamo comunque mantenere la distanza e usare lo zoom. Se siamo più vicini non dobbiamo disturbarlo o infastidirlo con il cellulare. Non sono animali violenti, ma se sono impauriti o si sentono minacciati, ovviamente reagiranno di conseguenza, potendo diventare un pericolo per gli esseri umani ma anche per se stessi.

Si basa sempre tutto sul rispetto verso gli altri esseri viventi che vivono con noi sul pianeta Terra, che se liberi e al sicuro, possono donarci i migliori spettacoli che potremmo mai vedere nella nostra vita, proprio come un orso femmina che rifiuta con tanta enfasi il suo corteggiatore, che proprio non le piace.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M