Home News Focolaio di peste in Arizona: la “colpa” è di alcune pulci

Focolaio di peste in Arizona: la “colpa” è di alcune pulci

CONDIVIDI

Ricordate la peste bubbonica, che nei secoli scorsi ha destato preoccupazione in diverse parti del mondo, divenendo una piaga con decine di migliaia di vittime? Ebbene, sembra che stia tornando. Arriva infatti la notizia di tre casi registrati in Arizona, negli Usa. Rispetto al passato, la peste non si trasmette attraverso i topi, ma delle pulci. ‘Protagonista’ di grandi romanzi del passato come i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, o ancora La Peste di Albert Camus, la peste è stata nell’immaginario collettivo uno dei morbi che più di tutti hanno preoccupato la popolazione mondiale.

Il ritorno della peste è segnalato dai Dipartimenti della Salute dei Distretti di Navajo e di Coconino in Arizona. In particolare, sono risultate infette alcune pulci rinvenute su dei cani. E’ accaduto nella città di Taylor. L’invito delle autorità locali è quello di premunirsi “per ridurre il rischio di contrarre una malattia grave, trasmessa da pulci, roditori, conigli e i loro predatori”. Essendo la peste una zoonosi, ovvero una malattia che può essere trasmessa all’uomo da un animale infetto, adesso la preoccupazione è tanta.

I tre casi accertati si sono invece verificati nella contea di Santa Fe, nel Nuovo Messico, a partire da inizio giugno. Il primo contagiato è stato un uomo di 63 anni, seguito da due donne, rispettivamente di 52 e 62 anni. Gli ultimi due casi a fine giugno. C’è da dire che rispetto al passato, grazie ai progressi della medicina, la peste fa meno paura. Tutti e tre gli infettati dalla pulce sono infatti guariti e stanno bene.

Malattie infettive: i pipistrelli “portatori sani”

L’allarme peste si era peraltro sviluppato già due estati fa, ma in quel caso vi furono anche alcuni decessi. A giugno, un ragazzo di soli 16 anni, sportivo e sanissimo, ha iniziato ad aggravarsi ed è stato portato in ospedale, dove è però giunto cadavere, il responso è stato terribile. A causare la morte infatti è stata la peste andata in setticemia. L’episodio è avvenuto nel Colorado. Successivamente una persona anziana è deceduta nello Utah per infezione di peste bubbonica. Nello stesso periodo, in situazioni simili, vi fu un’altra vittima.

C’è poi un mammifero che si ammala davvero poco. Stiamo parlando del pipistrello.  Sono stati condotti vari studi sul sistema immunitario di questi animali, portatori sani di terribili patologie come Ebola, Hendra, SARS e soprattutto della rabbia. Non è ancora chiaro che cosa causi la super immunità dei pipistrelli. Capirlo potrebbe aiutarci a contrastare tante malattie infettive.

GM