Legge antibullismo finalmente il provvedimento riguarderà anche la crudeltà contro gli animali

Foto dell'autore

By Loriana Lionetti

News

Nuova svolta in Italia, una vera e propria rivoluzione culturale è ormai all’orizzonte, esultano gli animalisti e non solo

Legge antibullismo finalmente il provvedimento riguarderà anche la crudeltà contro gli animali
Legge antibullismo finalmente il provvedimento riguarderà anche la crudeltà contro gli animali (Foto Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Via libera definitivo alla legge anti bullismo dopo ben 5 anni da quando la proposta di legge è stata depositata dal deputato di Alleanza Verdi-Sinistra Devis Dori, approvazione all’unanimità di un decreto che riguarderà diversi aspetti e tra questi anche la tutela dei diritti degli animali. Gli atti di bullismo sono ancora troppo frequenti e per lo più vengono messi in atto da soggetti giovani o giovanissimi, ma non solo verso persone della stessa età o inferiore, ma anche verso beni comuni e animali, ma da adesso in poi le sanzioni si faranno davvero pesantissime.

Nessuna sanzione penale ma un “progetto di intervento educativo con i servizi sociali” chi sarà accusato di bullismo andrà incontro a queste conseguenze

Legge antibullismo finalmente il provvedimento riguarderà anche la crudeltà contro gli animali
Legge antibullismo finalmente il provvedimento riguarderà anche la crudeltà contro gli animali (Foto Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Una legge che in molti desideravano vedersi approvata da tanto quella antibullismo del deputato Devis Dori, dopo 5 anni di lavoro il decreto è tuttavia divenuto realtà. Il testo di legge prevede una modifica dell’articolo 1 della legge 71 del 2017 e promuove la modifica anche di alcune misure amministrative riguardanti i soggetti minorenni.

Saranno rafforzate dunque le misure di carattere preventivo nei confronti di coloro che compiono crimini verso persone, cose o anche animali, questa la grande novità che vede la luce per la prima volta. Il rapporto tra minori e crimini verso gli animali non era mai stato preso in considerazione prima d’ora, purtroppo però sono tantissimi i casi di abusi promossi in questo senso, molti dei quali anche divulgati sul web.

L’indignazione pubblica non poteva bastare più, anche perché è inevitabile il rapporto tra questo tipo di condotta e quella ugualmente violenta che tali soggetti esprimono anche verso i loro simili. Il concetto di base è che ci fosse in grado di abusare di animali innocenti può essere e spesso lo è, anche in grado di farlo verso altre persone, il percorso rieducativo diventa dunque un obbligo per tutelare l’intera società.

Proteggere le vittime di bullismo è una necessità ma, come spiegato dal deputato Nori, questo non significa abbandonare i bulli, ma capire il loro disagio e “curarlo”, un’attenzione che in futuro promette di portare grossi risultati anche nella lotta alla criminalità in generale. Una vera svolta per la quale gli italiani non potrebbero che festeggiare, adesso però non resta che vedere come la legge verrà adeguatamente messa in atto per emettere l’ultima sentenza, senza dubbio però di passi come questo la società ne ha più bisogno che mai e non potremmo essere più felici di cosi nel constatare che la politica sia in grado di partorire anche atti concreti come questo.

Impostazioni privacy