Home News Luca Zaia parla del bulldog inglese: “Cafoni senza vergogna”

Luca Zaia parla del bulldog inglese: “Cafoni senza vergogna”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57
CONDIVIDI

Governatore del Veneto, Luca Zaia presenta il suo bulldog di nome Caterina

cane luca zaia
@screen shot video

Il governatore del Veneto Luca Zaia in compagnia di sua moglie Raffaella è stato intervistato in una diretta Insta.gram da Matteo Gavioli, fondatore del Club amatori bulldog inglese (Cabi) sull’account @clubamatoribulldoginglese

Il governatore ha presentato la sua bulldog inglese di nome Caterina, la terza bulldog della famiglia Zaia dopo Mafalda e Isotta.

“Negli Stati Uniti c’è un tornado che si chiama come lei, e infatti Caterina demolisce, scava, spacca tutto”, commenta Zaia mentre la moglie ha fornito l’elenco della distruzione: “Caterina ha mangiato la porta della cucina e il muro delle scale, scava tante buche e poi ci va dentro”.

Insomma, un piccolo demonio dalle parvenze di un angelo con la maschera di un bulldog. Il governatore ammette che niente sfugge a Caterina che siano “calzini, scarpe, quello che trova mangia”.

“Se uno è disordinato impara l’ordine. Un paio di scarpe hanno la parte dietro rosicchiata, qualche volta le ho indossate anche per andare in consiglio regionale”, confessa Zaia.

Il governatore ha poi definito il carattere dei bulldog che ormai conosce da molte generazioni: “Dei cafoni senza vergogna, il paraculismo fatto cane”, scherca Zaia.

Bulldog una razza delicata

Durante la conversazione in diretta, Zaia ha anche affrontato il tema della moda che vede negli ultimi anni le razze brachicefali più diffuse. Tuttavia, il governatore, grande conoscitore della razza bulldog ha tenuto a parlare delle responsabilità e delle problematiche legate alla sua salute.

Zaia ha infatti sottolineato che avere un bulldog “non deve essere una moda e prevede un sacco di cure, potenzialmente ti porti a casa un ammalato che deve essere curato bene. Il cucciolo è bellissimo ma può conoscere dermatiti e problemi respiratori; io mi sono laureato in Scienze della produzione animale a Veterinaria e posso dire che i proprietari di bulldog meriterebbero una laurea honoris causa, perché chi ne ha avuto uno le sa tutte”.

Problemi di salute

L’evoluzione degli standard delle razze dei cani brachicefali ha portato all’insorgenza di diverse patologie, chiamate sindrome brachicefalica. Tra le quali, quella più comune della stenosi delle narici. Le anomalie che sono congenite provocano un’ostruzione al passaggio dell’aria, per cui la respirazione dell’animale peggiorerà sempre. I primi sintomi sono spesso sottovalutati, come il russamento del cane o lo stertore un rumore inspiratorio a tonalità bassa durante il gioco o la passeggiata. Il cane potrebbe sviluppare tosse cronica, dispnea, andare incontro a sincopi o colpi di calore nei periodi estivi in quanto diminuisce la capacità di termoregolazione attraverso la respirazione.

Raduno bulldog

Una passione per la razza tanto che lo stesso Zaia ha lanciato l’idea di un raduno per “bulldog lover” in Veneto. Una proposta presa al balzo da Gavioli che ha proposta un appuntamento a piazza San Marco a Venezia anche nel periodo di quarantena.

“Andare lì col cane non è vietato. Magari ci informiamo col Comune e vediamo se si può fare, il problema sono le cacche e le pisciate. Se no ci sono i Giardini della Biennale, una zona suggestiva a due passi da San Marco”, ha chiosato Zaia, raccogliendo la proposta.

Guarda l’intervista:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ecco il video della bellissima diretta con @zaiaufficiale, Raffaella e la loro meravigliosa bulla Caterina! ❤️ #bulldoginglese #bulldog #englishbulldog @quattrozampeinfiera @dallapartedeglianimali @petfamilymagazine @enpaonlus @lazampait @arcadinoemagazine @amici_a_quattro_zampe_ @areacanimilano @royalcanin_it @monge_official @simpsonspremiumpetfood @naturaltrainer_it @purina @fbernardeschi @real_brown @mypetshero @radiobau @ilmiocaneeleggenda_official @edoardostoppaofficial @ilmessaggero.it @cgtvchannel @viviana_varese @lapinadeejay @leleadani @roscoelovescoco @englishbulldogrescueitalia @francescadelog1 @fbernardeschi @allegrabenini @davide_cavalieri @roccoruff @bullfitfashion @bulldogamsterdam @switchdog @corrieredelveneto @mattinopadova @larenadiverona @tgr_rai_veneto @nuovavenezia @tribunatrevisoweb @ilgiornaledivicenza.it

Un post condiviso da Club Amatori Bulldog Inglese (@clubamatoribulldoginglese) in data:

Ti potrebbe interessare–>

 

C.D.