Non poteva continuare a vivere senza di lui, si è lasciato morire per raggiungerlo

Foto dell'autore

By Loriana Lionetti

News

I cani sono animali meravigliosi e fedeli compagni dell’uomo, molto spesso ben oltre quello che possiamo immaginare e la storia di Lion ne è l’ennesima testimonianza.

Non poteva continuare a vivere senza di lui, si è lasciato morire per raggiungerlo
Non poteva continuare a vivere senza di lui, si è lasciato morire per raggiungerlo (Foto Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Tutto è iniziato con la dipartita di Ennio Zuliani, l’anziano padrone di 3 cani che amava più di ogni altra cosa, Ennio li aveva salvati dal canile e Lion, lasciato a solo un anno da una coppia che si era stancata di lui dopo il divorzio, ha trovato in Ennio il giusto compagno di vita, i due erano inseparabili e dopo la morta dell’uomo qualcosa è drasticamente cambiato anche nella vita dell’animale. A raccontare la storia è la moglie di Ennio, una donna afflitta per il dolore della perdita del marito e non solo, ma che ha trovato nella prematura dipartita di Lion la forza di sperare in qualcosa di più grande di noi.

Si lascia morire dopo la morte del padrone, Lion voleva solo raggiungere il suo amico umano

Non poteva continuare a vivere senza di lui, si è lasciato morire per raggiungerlo
Non poteva continuare a vivere senza di lui, si è lasciato morire per raggiungerlo (Foto Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Alcuni cani trovano la forza di andare avanti dopo la morte del loro padrone, spesso vegliando sulle cose rimaste in casa del defunto, alcune volte, come testimoniato in diversi casi, anche andando a trovare questo ogni giorno al cimitero. Per Lion il dolore dopo la morte di Ennio non è stato però superabile, il cagnolone di 9 anni ha iniziato a spegnersi subito dopo il funerale e in sole 3 settimane ha raggiunto il suo fedele padrone.

A raccontare tutto è stata la sua padrona, una signora che amava suo marito quanto i suoi cani, ma che non ha potuto fare nulla per fermare il declino di Lion. Il cane ha infatti iniziato a mangiare pochissimo perdendo il suo spirito giocoso, a nulla sono serviti gli interventi in clinica dove al cane e stata diagnosticata una paralisi parziale del cervelletto, una sorta di infarto del cervello dalla quale però Lion si sarebbe potuto riprendere, se solo avesse voluto.

A soli 9 anni il cane aveva i mezzi fisici per poter superare l’evento, quella che è mancata È stata tuttavia la volontà, contro questo nulla si è potuto ed anche la sua padrona Isabella si è così arresa, con una grande tristezza nel cuore ma fiduciosa del fatto che adesso Lion ed Enio possono continuare il loro viaggio insieme.

Una storia dolorosa, soprattutto per la donna che ha perso in poco tempo 3 membri della famiglia, anche Pedro, un altro dei suoi anziani cani era infatti morto poco tempo prima del marito, adesso resta solo Pongo a farle compagnia, in un casa vuota ma che ha testimoniato più di tutte quanto amore possa arrivare da questi splendidi animali, e quanto questi siano in grado di soffrire insieme ai loro padroni, ma senza abbandonarli mai, come invece molto spesso l’uomo è capace di fare.

Impostazioni privacy