Home News L’eccezionale proteo: questo anfibio fa una cosa da non credere

L’eccezionale proteo: questo anfibio fa una cosa da non credere

CONDIVIDI
FOTO – screenshot YouTube

Il proteo, nome scientifico ‘Proteus Anguinus’ fa segnare un incredibile record in natura con la sua capacità di saper raggiungere delle profondità che l’uomo si sogna. Questo essere che vive in particolare in alcuni zone lacustri dell’Italia e dei Balcani occidentali, altri non è se non una atipica salamandra che ama stare immersa nelle acque dolci. In particolare è stata riscontrata una capacità per certi versi inedita di riuscire a superare anche i 100 metri di profondità. Un team di esperti ha osservato il particolare anfibio urodelo riuscire addirittura a toccare i 113 metri sotto il livello dell’acqua. Un altro record caratterizza il proteo, e cioè quello di essere l’unico esemplare di vertebrato presente sul suolo europeo a vivere esclusivamente nelle grotte e simili.

Viene anche chiamato ‘pesce umano’ per via della sua particolare colorazione della pelle che ricorda per l’appunto quello dell’uomo, ed in base a quanto studiato dopo anni di ricerche si crede che sia anche un animale particolarmente longevo, con anche la possibilità di poter raggiungere i 100 anni di vita. Il proteo vive solamente nelle zone carsiche dell’Italia e lo si può avvistare anche in Croazia, Slovenia e Bosnia-Erzegovina. Fa parte anche della lista delle specie protette. Dei biologi di nazionalità croata sono venuti a stretto contatto con alcuni esemplari di proteo nel lago di Zagorska, ed è stato possibile osservarli completamente a loro agio a grosse profondità, dove sembrano non soffrire la pressione dell’acqua che invece si fa sentire in maniera evidente sugli umani già dopo pochi metri.

Il proteo sembra infine incline a preferire particolari zone di acqua con condizioni precise rispetto ad altre, in particolare quelle in cui ci sono molti sedimenti e poco movimento. Si pensa anche che la loro presenza possa essere un indicatore alquanto preciso del livello di inquinamento delle acque. Un’altra sensazionale scoperta era stata fatta pochi giorni fa in Australia, dove dopo 144 anni si è rivista una specie di pesce del tutto curiosa che si credeva estinta.