Vede attraverso i suoi occhi: il puma cieco non si separa più da lei

Foto dell'autore

By Lisa Girello

News

Un puma cieco è stato salvato da una donna dalla quale adesso non si separa più, questa inaspettata coppia è una delle più dolci mai vista.

puma cieco
Puma (Facebook – Pumakawa)

In ogni parte del mondo sono presenti organizzazioni che aiutano ogni giorno animali in difficoltà e tra questi non ci sono solo cane e gatto. Anche gli animali selvatici possono aver bisogno di aiuto ed è qui che entra in gioco uno dei centri di recupero più importanti dell’Argentina, Pumakawa. La responsabile Kai Pacha, da 27 anni, cura, nutre, protegge e rivaluta il ruolo dei puma. E non si occupa solo di loro.

Il puma cieco vede attraverso i suoi occhi: la forza di questo duo

puma cieco argentina
Puma e Kai (Facebook – Pumakawa)

Il rifugio mira a riabilitare la fauna selvatica locale e la storia di Estanislao e Kai Pacha inizia del 2017 quando il cucciolo di puma ferito è arrivato presso il centro. Il piccolo animale selvatico aveva perso la vista a seguito di un incidente con una mietitrebbiatrice e la famiglia che l’ha soccorso lo ha portato direttamente al centro con urgenza in modo che potessero fornirgli tutte le cure necessarie.

Al suo arrivo, il piccolo puma è stato battezzato Estanislao e a causa della sua cecità non poteva essere rilasciato in natura. Così è cresciuto presso il Pumakawa sotto la supervisione di Kai Pacha, con la quale ha stretto un legame davvero speciale nel corso del tempo. Era la prima volta che la presidente della riserva si occupava di un puma cieco e all’inizio è stato complicato trovare il giusto approccio. Il cucciolo aveva bisogno di esercizi quotidiani per poter sviluppare tutti i sensi e fare affidamento si essi. Per questo motivo Kai Pacha stessa si è occupata del suo caso specifico personalmente.

Più passavano i giorni e più tra i due cresceva un’amicizia speciale. Ad ogni incontro crescevano il rispetto e l’incoraggiamento reciproci: Estanislao scopriva il mondo grazie a lei e Kai imparava cose nuove utili al suo lavoro. Più il rapporto cresceva più il giovane Puma faceva affidamento su Kai, finché i suoi occhi non sono diventati i suoi, e la sua voce la sua guida.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE TWITTER

Per comunicare con il felino, Kai Pacha ha ideato un sistema basato sulla simulazione di suoni, ideati da lei stessa. In questo modo lei riesce a rispondere hai bisogni del puma e lui riesce a capire cosa lei voglia. Questo rapporto sembra funzionare alla perfezione, in quanto c’è fiducia reciproca.

Gestione cookie