Peste bubbonica negli animali: di cosa si tratta e come affrontarla

Foto dell'autore

By Francesca Ciardiello

Cani

Non è una malattia che appartiene al passato: come si presenta la peste bubbonica negli animali e come trattarla.

Peste in cani e gatti
Cane e gatto affetti da malattia infettiva (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

In molti credono, erroneamente, che si tratti di una malattia ormai lontana dai giorni nostri, ma non è così: essa non solo può colpire noi umani ma anche i nostri amici a quattrozampe e in particolare cani e gatti. Ma come si presenta la pesta bubbonica negli animali e in che modo possiamo curarla per evitare gravi conseguenze? Tutte le informazioni più utili per conoscere questa grave malattia.

La peste: che malattia è

Ne avremo letto e sentito parlare come la cosiddetta ‘morte nera’ fin dalla metà del XIV secolo, eppure non è ancora diventata un ricordo lontano: si tratta di una malattia infettiva molto seria, causata dal batterio Yersinia pestis, che attacca i roditori, i ratti e i cani della prateria per poi ‘passare’ all’uomo e anche al cane e al gatto.

Maschera della peste
Maschera simbolo della peste (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Può capitare che infatti l’animale ‘ospitante’ muoia e il batterio cerchi di sopravvivere trasferendosi su un altro animale o essere umano come nuovo ospite su cui evolversi e sopravvivere.

Quella bubbonica è la tipologia di malattia più diffusa e si trasmette con il contatto diretta tra una lesione della pelle e la pulce infetta. E’ detta così per la crescita di ‘bubboni’, ovvero quando le ghiandole linfatiche si gonfiano, insieme ad altri sintomi come: febbre, brividi, spossatezza e debolezza.

Peste bubbonica negli animali: come si presenta e cause in cani e gatti

Per quanto sia piuttosto rara nei nostri animali domestici e ancora più di rado se ne possano notare i sintomi, che possono inoltre essere facilmente confusi con quelli di altre malattie. Poiché piuttosto generici, sarà difficile che febbre, letargia, stanchezza e inappetenza (nel cane specialmente) possano essere identificativi della pesta bubbonica.  Tuttavia, così come accade negli esseri umani, si potranno notare dei linfonodi ingrossati, ovvero i tipici ‘bubboni’ che caratterizzano questa malattia infettiva batterica.

Le cause della malattia sono uguali sia nei cani sia nei gatti: questi ultimi dovranno essere colpiti dalle pulci infette oppure entrare in contatto con tessuti, secrezioni, saliva degli animali infetti oppure essere attaccati direttamente dalle pulci ospitanti il già citato batterio.

Peste bubbonica negli animali: si può curare?

Il fatto che non sia particolarmente diffusa non significa che non preoccupi i padroni per la salute dei loro beniamini domestici. Solitamente si consiglia una terapia antibiotica, che solitamente si inizia ancora prima di avere la diagnosi definitiva poiché la malattia è molto rapida ed aggressiva quindi è bene agire in fretta.

Ratto
Ratto infettato dal batterio della peste bubbonica (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

La cura migliore è, come al solito, la prevenzione: si dovrebbe evitare il morso dalle pulci al cane e al gatto, con i tanti mezzi a disposizione in commercio tra cui collari, prodotti specifici oppure affidarsi a quelli che, come lo shampoo antipulci, ne eliminano la presenza e la proliferazione sul corpo degli stessi animali.

Gestione cookie