Home News Roma, appello alla Raggi per aiutare senzatetto e randagi

Roma, appello alla Raggi per aiutare senzatetto e randagi

CONDIVIDI
@Getty images

L’ondata di freddo che da diversi giorni sta investendo l’Italia non accenna a fermarsi. Nonostante qualche sporadica pausa con un tiepido sole a fare capolino tra le nubi, neve, ghiaccio e gelo non diminuiscono e continuano a creare numerosi disagi.

Il maltempo con temperature polari ha già provocato diverse vittime nelle scorse settimane: si contano almeno otto senzatetto morti per l’ipotermia, e stessa sorte è capitata anche a diversi animali sia randagi che ospiti di strutture sferzate in maniera estrema dal clima artico che davvero non si è mai visto dalle nostre parti.

I bollettini meteo di oggi e domani parlano di una nuova, eccezionale ondata di freddo nel centro Italia, dove la situazione dei terremotati nei comuni di Umbria, Marche e Lazio colpiti dal sisma negli scorsi mesi di agosto ed ottobre è diventata ancora più drammatica.

Ed a Roma è scattata una campagna di sensibilizzazione che intende raccogliere aiuti per i clochard della città. Lorenzo Croce, presidente di AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) ha rivolto un appello a Virginia Raggi, sindaco di Roma, affinché si attui un piano di ricovero sulla falsariga di quanto avvenuto a Milano grazie proprio ad AIDAA, dove diverse associazioni animaliste e non hanno disposto la distribuzione di coperte e di cibo per i randagi che fanno compagnia alle persone meno abbienti.

Croce ha affermato: “Si tratterebbe di un grosso atto di generosità oltre che di un bell’esempio da seguire se il sindaco Raggi facesse aprire le porte del Campidoglio per creare un’area ospitalità alle persone che non hanno una fissa dimora, e permettere loro di trovare un riparo assieme ai loro fedeli amici a quattro zampe in queste notti di freddo intenso”.

“Con la Raggi abbiamo amici in comune, i quali mi hanno riferito che il primo cittadino è un amante degli animali. Ed allora lancio un appello per questo motivo, facendo leva sulla sensibilità che di certo non le manca. Aspettiamo una azione concreta in merito”.