Home News Savona, ladri avvelenano il cane per rapina ma scappano via

Savona, ladri avvelenano il cane per rapina ma scappano via

CONDIVIDI

A San Fedele d’Albenga, in provincia di Savona, si è verificato un triste episodio che ha visto come sfortunata vittima un cane. Si trattava di un quattrozampe utilizzato come cane da guardia in una abitazione oggetto di un tentativo di furto. I malintenzionati, per intrufolarsi nella casa, non hanno esitato ad avvelenare l’animale, il quale è scappato via per il forte dolore provato subito dopo che lo stesso gli è stato cosparso sul muso. Il fatto si è verificato nella giornata di ieri in pieno pomeriggio, quando non era presente nessuno dei proprietari. I ladri però non sono riusciti a varcare la porta di ingresso, probabilmente perché disturbati da qualche presenza imprevista, e si sono così dileguati. Resta però il terribile atto compiuto.

E a disturbare i malviventi potrebbe essere stato il cane stesso, tornato indietro per compiere il proprio dovere nonostante il forte dolore. Vincenzo Maffi, padre del proprietario vittima del tentato furto, racconta la vicenda che ha portato via all’affetto dei suoi cari il cane Pampero: “Era come se fosse un membro della famiglia, ha fatto il proprio compito di cane da guardia fino alla fine, ma i ladri hanno usato un veleno molto potente, come ci ha potuto confermare anche la veterinaria alla quale ci siamo rivolti. Soltanto pochi grammi di quella polvere vengono diluiti con dell’acqua in ambito agricolo…Pampero se lo è visto gettare sul muso in gran quantità invece”.

“La perdita del nostro amato quattrozampe è stata molto dolorosa per noi, penso però a cosa sarebbe potuto succedere se questi tizi fossero entrati in casa mentre all’interno si sarebbe trovata solamente mia nuora che aspetta un bambino. Il veleno sottoposto al cane poi è pericoloso anche per l’uomo”. E Simone, il padrone di Pampero, parla addolorato di quanto accaduto: “Oltre a Pampero, un incrocio di Pastore Tedesco di 9 anni, abbiamo anche Havana che è una femmina di Pittbull. Una volta tornati a casa dal fare la spesa abbiamo notato disordine in giardino e presto abbiamo capito tutto. Ho portato entrambi i cani dal veterinario, abbiamo fatto di tutto per salvare Pampero, ma il suo cuore si è fermato”.

E’ incredibile invece quanto fatto da un altro cane per il suo padrone morto.