Se non ci fossero stati loro, sarebbe morta tra le rocce: il video shock

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

L’incredibile video del salvataggio di una tartaruga incastrata tra le rocce: se non si fossero stati loro la piccola non sarebbe sopravvissuta.

Se non ci fossero stati loro, sarebbe morta tra le rocce: il video shock
Se non ci fossero stati loro, sarebbe morta tra le rocce: il video shock (Screenshot video YouTube – We Love Animals – amoreaquattrozampe.it)

Il sole è appena sorto e un uomo sta passeggiando tranquillo tra gli scogli. Le onde si rinfrangono sulle rocce, il cielo è limpido e il clima del luogo è ideale per trascorrere una giornata al mare. Quando tutto sembra procedere nel migliore dei modi accade un episodio che i soggetti coinvolti non dimenticheranno mai. Camminando l’uomo si accorge della presenza di un animale tra gli scogli. Si tratta di una tartaruga che, avvicinatasi alla riva per deporre le uova, è rimasta intrappolata tra le rocce. Quanto accaduto è testimoniato da un video realizzato da alcuni bagnanti presenti al momento del salvataggio della testuggine.

Il salvataggio della tartaruga intrappolata tra le rocce: l’incredibile video testimonia quanto avvenuto

Le immagini sono state condivise sul profilo YouTube dedicato agli amanti degli animali, We Love Animals (all’account social @We_ Love_ Animals), che vanta quasi quattro milioni di iscritti.

uomo libera tartaruga dalle rocce
L’uomo libera la tartaruga intrappolata dagli scogli (Screenshot video YouTube – We Love Animals – amoreaquattrozampe.it)

Tra i mesi primaverili e quelli estivi moltissime tartarughe attraversano mari e oceani, intraprendendo lunghissime migrazioni per tornare alle spiagge in cui sono nate e per dare inizio così alla nidificazione. Proprio per questo motivo, nei mesi compresi tra marzo, giugno e luglio è possibile vedere sempre più esemplari di tartaruga intenti a nuotare vicino alle rive o ai porti. Purtroppo, però, per questi animali l’avvicinarsi troppo agli esseri umani rappresenta sempre una fonte di rischio. Spesso infatti le tartarughe finiscono per rimanere ferite dalle barche, dalle reti da pesca o anche dagli stessi rifiuti lasciati in mare dalle persone. I pericoli a cui devono far fronte questi animali sono molteplici, come dimostra il caso della testuggine protagonista del video condiviso su YouTube.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Impigliata in una rete, rischiava di morire: il salvataggio della tartaruga Caretta caretta

Le immagini mostrano il momento in cui l’uomo si avvicina alla tartaruga e cerca di liberarla dagli scogli in cui è rimasta intrappolata. Dopo una serie di tentativi, il bagnante riesce a far uscire le pinne posteriori della testuggine. Finalmente libera, la tartaruga sfrutta l’onda che si rinfrange sullo scoglio per tornare in mare.

tartaruga torna in acqua
La tartaruga intrappolata tra gli scogli torna in acqua (Screenshot video YouTube – We Love Animals – amoreaquattrozampe.it)

L’animale protagonista è un esemplare di tartaruga comune o tartaruga caretta, nota secondo la classificazione scientifica di Linneo (risalente al 1758) con il nome di Caretta caretta, la più comune del Mar Mediterraneo ma diffusa anche nell’oceano Atlantico, nell’oceano Indiano e nell’oceano Pacifico.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Dal salvataggio alla libertà: torna finalmente in mare la piccola tartaruga Gui

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Federica Pellegrini nuota insieme alla tartaruga marina che ha adottato e liberato

Mari e oceani regalano momenti indimenticabili, soprattutto quando la natura affiora dalle acque in tutta la sua meravigliosa bellezza. Sfortunatamente, però, sono molte le specie marine a rischio a causa dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento e della pesca, e le tartarughe sono tra queste. Gli agenti inquinanti e le emissioni di CO2 secondo recenti studi porteranno la Terra a perdere più di un decimo del suo patrimonio vegetale e animale e all’estinzione di una specie vivente su dieci. Per cercare di porre un freno a questa situazione ogni persona dovrebbe impegnarsi nella salvaguardia della natura, dell’ambiente e degli animali. Piccoli gesti come quello compiuto dall’uomo mostrato nel video YouTube assumono quindi una grandissima importanza. (di Elisabetta Guglielmi)

Gestione cookie