Sembra una scimmia ma non è un animale, la sua strepitosa particolarità lascia tutti senza fiato

Foto dell'autore

By Loriana Lionetti

News

La natura risulta sempre ben interconnessa e non è raro che specie di piante e di animali dipendano una dall’altra, in alcuni casi però le piante possono superarsi e divenire non solo alleate degli animali, ma anche delle vere e proprie imitatrici!

Monkey Orchid
Sembra una scimmia ma non è un animale, la sua strepitosa particolarità lascia tutti senza fiato (foto Instragram-Amoreaquattrozampe.it)

I colori dei fiori sono una testimonianza di quanto le piante si siano evolute di pari passo con la fauna, queste escrescenze, infatti, sono state sviluppare in milioni di anni proprio per attirare l’attenzione di questi e per farsi così aiutare nell’atto di promuovere l’impollinazione e la disperazione dei semi. In Ecuador esiste però una pianta che nel generare i suoi fiori sembra essersi davvero superata, mostrando dei petali che vanno quasi a dipingere un quadro e mostrare niente meno che la faccia di una scimmia come meglio non si potrebbe.

La Monkey Orchid fa impazzire il web, tutti ne vorremmo una in casa dopo averla vista!

Monkey Orchid
Sembra una scimmia ma non è un animale, la sua strepitosa particolarità lascia tutti senza fiato (foto Instragram-Amoreaquattrozampe.it)

Tra le piante che maggiormente appassionano le persone in tutto il mondo senza dubbio le orchidee la fanno da padrone, queste piante sono infatti in grado di regalare un tocco di vivacità ad ogni ambiente interno, portando la natura anche nelle case di chi non ha un pezzo di verde nel quale esprimere il proprio pollice verde.

A seguito delle tantissime ibridazioni ormai si possono osservare tantissimi tipi di orchidee dai colori più svariati, uniformi o sfumati, ma in pochi hanno avuto il piacere di poter vedere dal vivo l’orchidea a faccia di scimmia, una pianta straordinaria dal fiore davvero caratteristico.

Anche se in molti non possono non vedere la simpatica faccia di una scimmietta nelle infiorescenze di questa pianta, per coloro che per primi l’hanno osservata evidentemente non è stato così, il nome scientifico di questa pianta è infatti Dracula Simia, questo per via delle due protuberanze del fiore somiglianti a lunghi canini.

L’idea di una scimmia vampiro senza dubbio toglie molta della delicatezza di questo fiore, che ad ogni modo rappresenta un’eccellenza della zona subtropicale del nostro pianeta oltre che una straordinaria testimonianza di quanta biodiversità possa esserci in un singolo luogo. Anche di questo tipo di pianta ne esistono diverse varietà e guardando sul web si possono notare quante di queste siano davvero buffe, ed in grado di mostrare diverse espressioni sempre richiamanti una sorta di primate.

Chi volesse darsi alla coltivazione di questa pianta può farlo, per garantire la sua fioritura ci sarà bisogno però di diverse attenzioni, motivo per cui generalmente questa pianta non è consigliata ai neofiti. L’orchidea scimmia ama la luce diretta ma non l’esposizione diretta al sole, una zona in cui la luminosità sia abbondate ma la luce filtrata è quindi l’ideale, insieme a questo uno strato di torba drenante ed un vaso delle giuste dimensioni sono il minimo indispensabile per provare a far fiorire questa pianta e dare un tocco speciale alla case.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fahri Windi Ansori (@fahriorchid)

Questa pianta nel suo ambiente naturale è purtroppo minacciata dalla deforestazione dilagante, la preservazione di questa specie è dunque importantissima e la coltivazione in casa può essere un’arma a nostra disposizione per far sì che tante varietà di questa pianta non vadano perse. Anche la tutela dell’ambiente naturale dove queste vivono è però importantissima, e la conoscenza resta uno dei fattori principali per far sì che anche le generazioni future possano godere della straordinaria biodiversità che la terra ci ha regalato fin ora.

Impostazioni privacy