Home News Sequestrati 23 pit bull da combattimento in provincia di Caserta

Sequestrati 23 pit bull da combattimento in provincia di Caserta

CONDIVIDI

pitbull
Stretta di giro sul fenomeno dei combattimenti illegali nel Bel Paese. Il mese di aprile 2016 si è aperto con una serie di operazioni da parte della forze dell’ordine mirate a sgominare il giro dei combattimenti tra cani. In un importante blitz condotto lo scorso 16 aprile, tra Liguria e Basso Piemonte, sono stati sequestrati ben 78 esemplari e dodici persone risultano indagate.

Nei primi giorni di aprile, invece è stata portata a termine un’operazione in Provincia di Caserta, terminata con il seuqestro di 23 pitbull e una cagnolina meticcia, vittime di sevizie e maltrattamenti, salvati dalle Guardie Zoofile dell’OIPA.

Il salvataggio di questi esemplari è stato documentato da un video condiviso su youtube dall’Oipa nel quale possimo notare le pessime condizioni in cui vivano i cani, tra cuccioli ed esemplari adulti con ferite sparse sul corpo e segni di malnutrizione. Tra i cani, vi era anche una femmina di Pitbull legata ad una catena e limitata nei suoi movimenti, con ferite sanguinanti su tutto il corpo e ad un occhio.

Il proprietario della struttura è stato denunciato per  maltrattamento nei confronti di animali.

Quella dei combattimenti illegali è una realtà diffusa, soprattutto al Sud della penisola, anche se il caso della Liguria, indica chiaramente che il fenomeno riguarda anche il Nord del paese. In Sicilia, tra Agrigento e Palermo, le associazioni animaliste hanno più volte denunciato gli abbandoni e i ritrovamenti di cani impiegati per i combattimenti, sfruttati e poi lasciati al loro destino, una volta che non sono più utili, laddove riescono a sopravvivere ai combattimenti.

Le Guardie Forestali in occasione di diversi incontri con i media, avevano riferito dell’estensione di questi combattimenti, collegati al giro di scommesse, nei quali non sono solo impiegati i cani, ma bensì anche altri animali tra cui specie selvatiche come gli orsi o i lupi.