Home News Arrivano troppe rinunce di proprietà per cani e gatti: il canile denuncia

Arrivano troppe rinunce di proprietà per cani e gatti: il canile denuncia

Dal canile arriva la notizia id una triste realtà, ovvero ci sono troppe rinunce di proprietà per cani e gatti. I volontari fanno appello e denunciano.

emergenza canili
Canile Ravenna (Facebook – Canile Comunale di Ravenna)

Molte famiglia, invece di acquistare un animale, scelgono di adottarne uno e molte associazioni incentivano e organizzano eventi proprio in favore dell’adozione verso gli animale. Tuttavia in questo ultimo periodo, soprattutto nella zona di Ravenna, sono troppe le telefonate all’Associazione Clama Ravenna che lamentano di non poter più tenere il proprio gatto o cane.

Troppe rinunce di proprietà per cani e gatti: l’associazione fa appello

situazione canile
Gattile (Pixabay – Amoreaquattrzampe.it)

Se da un lato le associazioni sul territorio italiano (e del mondo) organizzano eventi per incentivare le persone ad adottare presso canili e rifugi, da una parte sono sempre più persone che lamentano il fatto di non poter più tenere il proprio animale, che sia un gatto o un cane, anziano o giovane. Esclusi i rari motivi di reale urgenza per il quale l’animale va allontanato dalla famiglia, la maggior parte dei casi vuole volontariamente abbandonare il cane o il gatto.

Ti potrebbe interessare anche >>> Viveva in un tubo di scarico: per 24 ore hanno provato a salvarlo – VIDEO

L’Associazione Clama Ravenna ha lanciato un appello per denunciare questo fatto che ormai si porta avanti da troppo tempo, anche perché sono ormai troppe le chiamate di questo genere che ricevono. Alcune volte il cane o il gatto riescono a trovare subito un’altra famiglia, ma molte volte ritorna in canile per rimanerci.

Ti potrebbe interessare anche >>> Franklyn il cane di 60 kg che non si rende conto del suo aspetto – VIDEO

Questo è dovuto ad adozioni irresponsabili come affidi fai da te o svolti in maniera inadeguata, oppure a regali fatti senza pensare. Ad aggiungersi, inoltre, ci sono i fattori economici che mettono a rischio la vita quotidiana del cane o del gatto. Secondo quanto fornito dall’associazione, la situazione è abbastanza grave perché è sempre più difficile trovare adottanti responsabili e seri.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Per un’adozione serena senza rimpianti, sarebbe il caso di farsi un esame di coscienza prima di procedere per riuscire a capire se ci si può prendere cura di un animale. “Vi preghiamo: optate per un bel peluche. Quello, al massimo, dovrete portarlo in lavanderia e non andrà ad aumentare le file di disperati senza futuro… Non è obbligatorio vivere con un cane, un gatto o un coniglio, ma è obbligatorio avere cuore e cervello per garantirgli un futuro di benessere in famiglia; un futuro che non si limiti a due mesi o due anni, ma che significa per sempre“, scrive l’associazione.