Vuole sopprimere il cane perché abbaia troppo: cosa ha risposto il veterinario

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

News

Dice al veterinario che non vuole più il suo cane, che lo vuole sopprimere perché abbaia troppo, ma ecco la risposta dell’esperto.

Marcus
Marcus (da Facebook-Lucie’s Animal Rescue-Amoreaquattrozampe.it)

Questa è la storia di una donna che voleva uccidere il suo cane perché aveva l’abitudine di abbaiare troppo. Sembra incredibile che questa idea possa passare per la testa di un essere umano eppure è così. Le persone che si sono ritrovate di fronte questa richiesta sono rimaste altrettanto stupite. La donna si è rivolta prima ad un rifugio e poi ad un veterinario, ma le risposte che ha ricevuto non gli sono piaciute. Cerchiamo di vedere nel dettaglio che cosa è successo e di conoscere un po’ meglio questo cagnolino rifiutato.

Vuole sopprimere il cane perché abbaia troppo: cosa ha risposto il veterinario

Lucie Holmes, responsabile di un rifugio per cani, ha ricevuto una chiamata un giorno con una richiesta per poter inserire un cane nella struttura. Fino a qui niente di male, il problema che è stato riferito, però, l’ha sorpresa: era l’abbaiare troppo.

Marcus con Lucie
Marcus con Lucie (da Facebook-Lucie’s Animal Rescue-Amoreaquattrozampe.it)

A quel punto Lucie ha provato a fare qualche domanda sull’educazione del cane, ma a quanto pare non ce n’è stata. Purtroppo, nel momento della telefonata Lucie non aveva spazio per accogliere altri cani nel rifugio, ma ha detto che appena si fosse reso disponibile un posto l’avrebbe chiamata subito.

Sembrava una questione di routine, invece, appena due ore dopo il veterinario locale ha chiamato Lucie e l’ha informata di aver ricevuto una chiamata per sopprimere un cane. Si trattava della stessa persona, dello stesso cane. La donna non trovando posto per lui in un rifugio ha chiesto di farlo sopprimere.

Lucie è rimasta terribilmente scossa da questo, ma i veterinari le hanno detto che, ovviamente, si sono rifiutati di eseguire la procedura e che, anzi, hanno proposto alla donna alcune sessioni per l’educazione del cane. Ma la donna ha rifiutato. Con la paura che la donna potesse rivolgersi ad un altro veterinario e trovare risposte affermative, Lucie l’ha chiamata e le ha detto di portare subito il cane al rifugio perché si era liberato un posto.

Era una bugia, ma non si poteva fare altrimenti. Il cane si chiama Marcus, è di taglia media, nero ed era in quella famiglia da solamente cinque settimane. Lucie l’ha salvato da una fine orribile.

Marcus felice
Marcus felice (da Facebook-Lucie’s Animal Rescue-Amoreaquattrozampe.it)

Quando Marcus è arrivato al rifugio era un po’ intimorito da ogni altro animale o persone presenti. Era molto nervoso e agitato. Tuttavia, con pazienza e determinazione Lucie lo ha inserito nell’ambiente con tanto affetto. Dopo cinque giorni Marcus si è messo a giocare tranquillamente con persone e animali, non abbaiando neanche una volta.

Bastava davvero poco, amore e un ambiente sicuro. Al momento ci sono state molte richieste di adozione per lui e di questo Lucie è veramente tanto felice. Ovviamente valuteranno ogni situazione per essere certi di affidarlo alle persone giuste che possano prendersene cura con affetto e trattarlo come merita.

Anche Marcus non vede l’ora di avere la possibilità di ricambiare l’amore che riceverà con il suo carattere simpatico, dolce e giocherellone.

Impostazioni privacy