Home Video Cammina sul dorso di una balena: la bravata di un giovane pescatore...

Cammina sul dorso di una balena: la bravata di un giovane pescatore nel Golfo Persico

CONDIVIDI

Se c’è una cosa che accomuna un po’ tutti gli uomini anche se non parlano la stessa lingua è forse l’idiozia di una bravata. E’ il primo pensiero che viene in mente dopo aver visto un video pubblicato su youtube e ripreso da diversi siti in tutto il mondo, che ha come protagonista un gruppo di pescatori iraniani in barca al largo della costa di Bushire, in Iran, nel Golfo Persico. Nel filmato si vede la piccola imbarcazione con a bordo dei giovani ragazzi, avvicinarsi ad una balena. Ad un certo punto, uno dei ragazzi salta fuori dalla barca per mettersi in piedi sul dorso della balena. L’esemplare, uno squalo balena innocuo, continua a nuotare indisturbato per diversi metri, fino a quando un secondo ragazzo non tenta anche lui di salire sul dorso dell’esemplare. A quel punto, possiamo notare che la balena inizia ad andare verso la profondità per liberarsi dei due ospiti piuttosto invadenti.

L’episodio si sarebbe verificato lo scorso 5 luglio e il video è stato pubblicato dal giovane pescatore Rahmat Hosseini sul suo account Instagram e solo dopo diversi giorni la storia ha iniziato a circolare in rete, soprattutto per l’indignazione espressa da molti internauti che hanno criticato la sfrontatezza dei pescatori e la mancanza di rispetto nei riguardi della balena, appartenente ad una specie protetta.

Infatti, Maryam Mirzaloo, un ricercatore iraniano in paleoceanografia ha spiegato che “lo squalo balena vive principalmente in aree come il Golfo Persico, il Golfo di Oman, nel mare indiano ma anche tra l’Australia e le Filippine” e che si tratta di “pesci molto amichevoli che non temano la presenza umana”.

Gli squali balena possono raggiungere i 13 metri e si tratta in ogni caso di una specie classificata vulnerabile, in quanto sarebbero rimasti solo 10mila esemplari in tutto il mondo.

Il ricercatore ha condannato la bravata dei giovani pescatori, ricordando che “gli animali non devono essere toccati nel loro ambiente naturale e che ci sono regole su come comportarsi con gli squali di balena e come preservare il loro habitat”.

Anche se i pescatori non hanno ferito l’esemplare, ha poi concluso lo studioso, “potrebbero aver causato una situazione stressante che potrebbe aver disorientato l’animale”.