Home Video Randagia salvata dai volontari: un tumore la stava rendendo cieca

Randagia salvata dai volontari: un tumore la stava rendendo cieca

CONDIVIDI

I volontari dell’associazione Animal Aid India alle prese con un nuovo salvataggio. Come sempre, l’organizzazione che opera in India interviene nei casi più drammatici di pelosi che difficilmente potrebbe sopravvivere da soli allo stato randagio. I volontari vengono spesso chiamati dai residenti locali impietositi da quei poveri esemplari ridotti in pessime condizioni. Oppure capita che incontrano durante dei pattugliamenti, animali bisognosi di aiuto.

In questo caso, alcuni cittadini non sono rimasti indifferenti nei riguardi di un cane in gravi condizioni. L’animale presentava una protuberanza sulla fronte che gravava sull’occhio. Proprio in quel punto si era creata una fessura da dove usciva sangue e pus.

Animal Aid non poteva far finta di nulla. I volontari si sono recati sul posto per accertare le condizioni del cane e provvedere al suo recupero. Il randagio, una femmina di taglia media, piuttosto giovane, era diffidente. Tuttavia, con un po’ di cibo i membri dello staff di Animal Aid sono riusciti ad avvicinarla.

Una dolce esemplare che aveva una brutta ferita in testa, risultata in un secondo tempo, un tumore.

Nel filmato del salvataggio, possiamo notare come il randagio non abbia reagito alla presa dei volontari. Si è lasciato prendere in braccio come se avesse sentito che quelle persone non volevano farle del male.

Senza le cure, la randagia sarebbe morta

La cagnolina, chiamata Olive è stata portata presso il rifugio di Animal Aid India dove è stata visitata da un veterinario che ha accertato l’origine tumorale dell’accesso. Olive è stata sottoposto ad una serie di trattamenti, anche invasivi come la chemio terapia. Ma grazie a questa cura, a distanza di mesi, non solo è stato salvato l’occhio interessato ma Olive è tornata a risplendere come prima.

Adesso, questa dolce randagia che sarebbe morta senza l’intervento di Animal Aid, vive nel rifugio in compagnia di altri animali e circondata dall’affetto e le attenzioni dei volontari.

I cani sanno essere riconoscenti

Dalle immagini si vede la gratitudine e lo sguardo pieno di amore di Olive che si abbandona alle carezze e alle coccole di chi le sta dimostrando ogni giorno di avere delle premure di lei. Immagini che ci ricordano quante persone dedicano la loro vita a queste creature, sacrificano la loro famiglia o le loro vacanze per una causa superiore: quella di non lasciare che questi esseri indifesi restino vittime di un sistema senza empatia.

C.D.