Home Video Salvato da inondazione in Texas, viene adottato dal suo soccorritore

Salvato da inondazione in Texas, viene adottato dal suo soccorritore

CONDIVIDI

ESONDAZIONE

Lo scorso 31 maggio il Texas è stato gravemente colpito dal maltempo che ha provocato l’esondazione del Brazos River. Immediate le operazioni di soccorso e l’evacuazione di intere  località. L’ondata di pioggia ha provocato la morte  di 6 persone, 120 salvataggi e ha devastato molte zone dello stato americano.

In questo contesto, centinaia di animali sono stati abbandonati dai loro proprietari che non sono riusciti a scappare con i loro 4 zampe. Uno scenario drammatico nell’ambito del quale a Fort Bend Country sono intervenuti due volontari, Richard Allen e Jeff Shimek della Houston Humane Society, per salvare gli animali colpiti dall’esondazione.

Tra questi, vi è il salvataggio ad opera dello sceriffo della cittadina Troy E. Nehls, di un cane lasciato dai padroni sul portico di una casa, legato ad una staccionata. Il povero animale non riusciva a muoversi, costretto a restare nell’acqua che continuava a salire di livello: “L’unica cosa che vedevamo era la sua testa fuori dall’acqua. Avevo ricevuto la notizia che ci sarebbe stata un’altra ondata per cui ho subito pensata che dovevamo mettere in salvo quel cane”, ha commentato lo sceriffo.
Ci sono state alcune difficoltà per sciogliere il cane, ma poi tutto è andato per il meglio e lo sceriffo è riuscito a recuperarlo e a metterlo in salvo sull’imbarcazione.
Il cane chiamato Archer è stato poi affidato alla Houston Humane Society e ma poi la famiglia dello sceriffo si è innamorata del cane e ha deciso di adottarlo.

Nel frattempo, il proprietario del cane  si era fatto vivo e ha spiegato di aver legato il cane perché non avrebbe mai pensato che l’acqua salisse in quel modo. Quando si è accorto del livello dell’esondazione era tornato indietro per recuperare il cane ma è stato fermato dalle autorità ad un blocco delle forze dell’ordine.

Al di là del fatto che il cane sia stato adottato dalla sua famiglia, lo sceriffo ha spiegato di non aver voluto restituire il cane al suo padrone, in quanto quest’ultimo ha dimostrato di averlo lasciato in un momento così drammatico: “C’è un legame con questo cane e ora sono certo che rimarrà con noi. Lei non è legata ad un portico ma è in una casa, dorme sul letto e ha tutta l’attenzione della mia famiglia. Sono certo che adesso questo cane ha una tutt’altra visione della vita”.