Home Video Stremato, cucciolo di delfino si spiaggia, salvato da un giornalista durante la...

Stremato, cucciolo di delfino si spiaggia, salvato da un giornalista durante la tempesta Irma

CONDIVIDI

Le immagini dell’uragano Irma che ha devastato alcuni stati degli Stati Uniti e i Caraibi hanno sconvolto il mondo intero. Intere metropoli sommerse sotto l’acqua, paesaggi irreali che raccontano il dramma di migliaia di persone. Sono numerose le testimonianze di solidarietà anche nei confronti dei nostri 4zampe che circolano in rete. Tra queste, il video condiviso da Today Show che mostra una coppia di giornalisti che durante delle riprese per documentare la furia della devastazione in Florida, si sono accorti di un cucciolo di delfino spiaggiato e in difficoltà sull’isola Marco. Il povero esemplare, stremato dalla tempesta e la furia del mare, non aveva più le forze per risalire le onde e le forti correnti ed è stato così trascinati sulla riva.

La corrispondente Kerry Sanders, si è fatta aiutare dal suo collega prodigandosi a salvare quel povero cucciolo. Per ben un quarto d’ora, la giornalista ha sfidato le correnti e le onde sulla spiaggia, aspettando il momento giusto per trascinare il piccolo delfino in acqua. Una situazione di pericolo di fronte alla quale questi due buon samaritani immortalati dalle telecamere non si sono tirati indietro.

“Penso che era stremato. Lo vedevo che cercava di reagire ma non riusciva a tornare in acqua. Era disorientato e impaurito”, ha dichiarato la Sanders.

Il video condiviso sulla pagina ufficiale del programma Today Show ha ottenuto nell’arco di poche ore oltre 350mila visite.

Una storia a lieto fine per una volta. Infatti, i due giornalisti sono riusciti a portare il cucciolo verso l’acqua altra. Il mammifero marino non sentendosi più imprigionato è riuscito in quel modo a riprendere il largo, scomparendo in profondità.
Immagini che ricordano la fotografia virale del piccolo opossum, stremato e impaurito che aveva trovato rifugio lungo il parapetto di un ponte. Il povero animale era bagnato e infreddolito, arrivato allo stremo delle sue forze, forse dopo aver nuotato per ore, cercando una superficie dove arrampicarsi e cercare di mettersi in salvo.
Possiamo solo immaginare l’impatto di queste catastrofi naturali al punto che una creatura selvatica come l’opossum resti immobili all’approssimarsi di una persona. Un’immagine davvero emblematica che ci racconta il dramma ma anche come questi stessi esseri sono in balia come l’uomo della forza della natura.

 C.D.