Home Video Usa gatto randagio per lavare la Mercedes: le polemiche in rete

Usa gatto randagio per lavare la Mercedes: le polemiche in rete

CONDIVIDI

Lo ha voluto punire per essere salito sul cofano della sua Mercedes. Un uomo, residente nel villaggio di villaggio di Maykopskoe, nella regione di Krasnodar in Russia, è ora ricercato per maltrattamenti sugli animali.

Le indagini della polizia sono scattate dopo la condivisione di un video su internet che mostra un uomo intento a pulire la sua automobile con un bellissimo gatto rosso, usato come spugna.

Una scena agghiacciante ripresa da un amico che commenta ridendo l’azione riprovevole del proprietario del mezzo.

“E’ perfetto per lucidare i fari!”, ha poi esclamato l’uomo ad un certo punto. Mentre l’amico rilancia, commentando: “Lo adora!”.

Scene quotidiane di abuso sugli animali

Parole che contrastano decisamente con una realtà brutale e di violenza gratuita. Una crudeltà che emerge da battute sarcastiche che violano la dignità di un essere vivente.

Nel filmato si vede chiaramente il povero animale terrorizzato, rannicchiato su se stesso, nelle mani di quell’uomo. Non contento della punizione, per completare il quadretto degli orrori, l’individuo inzuppa il gatto in un secchio dove probabilmente vi è il sapone liquido per pulire la carrozzeria. Poi struscia il felino randagio come un panno sulla superficie dell’automobile. Il gatto impaurito miagola come per implorare pietà e chiedere aiuto.

Il filmato ha sollevato un’ondata di polemiche e la denuncia in rete di alcuni utenti che hanno sottolineato che si tratta di “un atteggiamento crudele nei confronti di un animale al quale sono stati provocati dolore e sofferenza”. Tra i commenti, c’è chi definisce i due individui di vandali e teppisti.

Dopo le critiche, il video è stato rimosso dalla rete, ma la polizia ha avviato un’indagine per risalire ai responsabili e non lasciare impunito questo gesto. A distanza di qualche giorno, il proprietario del mezzo sarebbe stato individuato e secondo le indiscrezioni trapelate dai media locali, l’uomo sarebbe stato denunciato per il reato di crudeltà sugli animali.

Se sarà condannato, l’autore del gesto potrebbe essere incarcerato fino a tre anni di reclusione.

C.D.