Home Non solo Cani e Gatti Anemia nel pesce rosso: cause, trattamento e prevenzione

Anemia nel pesce rosso: cause, trattamento e prevenzione

I pesci, come tutti gli animali, possono ammalarsi e le patologie che possono contrarre sono molte. Vediamo cos’è l’anemia nel pesce rosso.

anemia pesce rosso
(Foto Adobe Stock)

Adottare dei pesci rossi non significa tenerli in una vasca e dargli da mangiare di tanto in tanto. Significa prendersi cura della loro salute fisica, della pulizia del loro acquario e anche di trascorrere del tempo con loro.

Infatti se alcuni di questi fattori vengono a mancare il pesce, proprio come ogni altro animale, si può ammalare. Tra le tante malattie che i nostri amici acquatici possono presentare, troviamo anche l’anemia.

Vediamo nel seguente articolo di cosa si tratta, quali sono le cause che la provocano e soprattutto quali sono i sintomi che non dobbiamo sottovalutare.

Anemia nel pesce rosso: cause e sintomi

L’anemia è una patologia che non colpisce solo gli esseri umani, ma che può colpire anche i nostri pesci rossi. Tale malattia consiste nella mancanza dei globuli rossi, i quali hanno il compito di trasportare l’ossigeno nel corpo dell’animale.

pesce rosso
(Foto Pexels)

L’anemia si presenta quando ci sono bassi livelli di emoglobina, ossia la proteina più importante presente nei globuli rossi. Ciò accade principalmente quando il pesce rosso segue una dieta povera di proteine, un elemento necessario per produrre l’emoglobina.

Tuttavia ci sono anche altri fattori che possono portare il nostro animale acquatico a soffrire di tale patologia, come:

  • Infezioni batteriche, parassitarie, virali o fungine
  • Carenza di acido folico
  • Assunzione di cibo scaduto
  • Presenza di alti livelli di nitrati nell’acqua per un periodo di tempo lungo

I principali sintomi da osservare e non sottovalutare, nel pesce rosso in caso di anemia, sono:

  • Letargia
  • Branchie pallide
  • Respirazione eccessiva
  • Difficoltà nel galleggiare

Solitamente tali sintomi si possono presentare anche quando il pesce rosso è affetto da altre patologie. Per questo motivo è molto importante la diagnosi del veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Pesce rosso che diventa nero: ecco cosa succede e come rimediare

Pesce rosso anemico: diagnosi e trattamento

Nel caso in cui il pesce presenti i sintomi elencati nel paragrafo precedente, è necessario portare l’animale dal veterinario. Quest’ultimo per diagnosticare l’anemia, effettuerà una visita fisica del pesce, soffermandosi sulle condizioni delle sue branchie.

Pesce rosso
(Foto Pixabay)

Inoltre lo specialista considererà anche l’alimentazione seguita dal pesce e i fattori ambientali, nonché la presenza di eventuali parassiti.

Una volta che il veterinario diagnosticherà l’anemia nel pesce rosso, effettuerà ulteriori analisi per comprendere la causa che l’ha provocata.

A seconda della causa che ha provocato l’anemia nel nostro amico acquatico, lo specialista prescriverà il trattamento adeguato per la guarigione di quest’ultimo.

Il veterinario potrebbe prescrivere un cambiamento dell’alimentazione del pesce, l’assunzione dei farmaci e raccomandare un’adeguata pulizia dell’acquario.

Durante il trattamento per l’anemia è molto importante che il pesce non si stressi, quindi è necessario che i pesci evitino contatti “aggressivi” con altri pesci e che siano sempre mantenuti al meglio i parametri dell’acqua della vasca.

Potrebbe interessarti anche: Come salvare il pesce rosso morente: i passaggi da eseguire

Per prevenire l’anemia, e altre patologie nel pesce rosso, è sempre necessario mantenere l’acquario in buone condizioni, tenere sempre i livelli dell’acqua ottimali e far seguire all’animale una dieta sana, ossia ricca di proteine, grassi e vitamine di cui il pesce ha bisogno.