Home Non solo Cani e Gatti Animali in pericolo, ad Ancona dei residenti salvano un Falco pellegrino

Animali in pericolo, ad Ancona dei residenti salvano un Falco pellegrino

CONDIVIDI

Animali in pericolo, un salvataggio fuori dal comune si è verificato ad Ancona.

Un caso di animali in pericolo si è verificato nel quartiere Baraccola di Ancona. La vicenda ha visto come sfortunato protagonista un Falco pellegrino che stava volando in cerca di un posto più accogliente, con tutta probabilità. Ma la gelata legata al manifestarsi di Burian che ha portato le temperature a toccare ed anche a scendere al di sotto dello zero termico in tutta Italia non ha risparmiato nemmeno questo povero animale. Il falco infatti si è posato sul tetto di una casa, vinto dalla stanchezza ed anche dalla fame. Per due giorni è rimasto lì, indifeso dalla furia di questo tremendo inverno. Ma per fortuna i residenti del posto sono accorsi in suo aiuto e lo hanno messo al sicuro, oltre a sfamarlo. Sono poi intervenuti anche i carabinieri forestali, come da prassi in episodi di animali in pericolo come questo.

I militari hanno recuperato il rapace per trasferirlo nella clinica veterinaria ‘Santa Anna di Fabriano’. Si trova nel Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Il Falco pellegrino è una delle specie rapaci più rare attualmente in circolazione. Lo stesso fa parte della lista degli animali sottoposti a vincoli di protezione, in base a quanto riportato nella normativa europea. Ma nonostante sia tutelato sulla carta, non mancano episodi controversi in cui questi uccelli vengono presi di mira dai cacciatori in maniera indiscriminata. Ad ogni modo, negli ultimi anni questi animali in pericolo sono comunque cresciuti dal punto di vista demografico. Difatti non risulta più così raro assistere ai suoi avvistamenti anche nelle aree urbane. Un salvataggio di un falco era avvenuto anche nei mesi scorsi sempre in Italia.

Animali in pericolo, anche quelli domestici rischiano con questo freddo

Riguardo a Burian ed alle tremende sferzate di neve e gelo che la perturbazione invernale si è portato appresso, con tanti animali in pericolo, è bene sapere in che modo preservare la salute dei nostri amici animali domestici. Cani e gatti accusano in maniera più sensibile gli sbalzi di temperatura. In particolare al di sotto dei 5°. Una delle parti del corpo più sensibili è rappresentata dai cuscinetti delle zampe. Non mancano in tal senso i rimedi per metterli al sicuro. Ed anche l’alimentazione è una componente importante.

A.P.