Home News Come gli animali sopravvivono al freddo

Come gli animali sopravvivono al freddo

CONDIVIDI
animali inverno
Bosco innevato

Veramente gli animali soffrono il freddo? Sembra una domanda assurda eppure c’è chi pensa davvero che gli animali non temano le basse temperature.

Ogni specie è particolarmente sensibile al di sotto di alcune temperature e necessita di un’alimentazione specifica, altamente calorica, di un riparo dal vento e dall’umidità. 

Leggi anche–> Arriva il freddo: come proteggere i nostri animali nel periodo invernale

Ogni anno si moltiplicano gli appelli con i quali le associazioni ricordano di pensare agli animali durante le stagioni più fredde che siano domestici, randagi o selvatici. La natura al contempo è sempre sorprendente e le specie si sono evolute, sopravvivendo e adattandosi nelle aree a temperature gelide in inverno.

Quali sono le strategie o i mezzi con i quali gli animali si adattano alla stagione invernale?

Migrazione

La migrazione è una delle strategie con la quale alcune specie di animali lasciano le zone più fredde nel periodo invernale, raggiungendo le zone più mite, a fine estate, per poi tornare a primavera nel periodo della riproduzione e di abbondanza di cibo. Ciò tuttavia non li protegge da innumerevoli pericoli. Dall’inquinamento ambientale, alle pale eoliche, le linee elettrice, i palazzi e le condizioni meteo estreme che possono disorientare. Inoltre, per alcune specie, la migrazione è una vera e propria sfida fisica. Se si pensa ad esempio alle rondini che arrivano a percorre fino a 350 chilometri al giorno, arrivando a 11mila chilometri per raggiungere alcuni paesi africani dove passare l’inverno. 

Le specie animali che si adattano all’inverno

Ci sono diversi modi con i quali le specie si adattano al clima invernale. Il periodo invernale è anche una stagione nella quale diminuiscono le ore del sole. Alcune specie che vivono ad esempio, a nord del Circolo Polare Artico, come le renne, nel periodo invernale vivono senza la luce naturale del sole. In tal senso, il loro organismo si è adattato. Infatti, secondo, gli occhi delle renne rilevano la luce ultravioletta che le aiuta quando è buio. per almeno una parte dell’anno i loro giorni non hanno luce naturale dal sole. Il tapetum lucidum, lo strato di tessuto dietro la retina che riflette la luce, cambia colore passando dal dorato nel periodo estivo di luce, al blu, in inverno, contribuendo ad aumentare la sensibilità della vista.  

Specie si nascondo sotto la neve o il ghiaccio

Sembra davvero incredibile, ma alcune specie, per lo più i pesci ma anche alcune tartarughe riescono a vivere nei laghi o negli stagni gelati in superficie. I pesci permangono nei fondali, preservando le loro energie. 

Mentre, sulla terra, si assiste alla magia della natura nel periodo invernale, durante il quale sotto il ghiaccio o la neve si crea un ecosistema popolato da anfibi, rettili e invertebrati che sopravvivono cibandosi con la vegetazione a disposizione. Tuttavia, questo ecosistema sotterraneo è sempre più minacciato dai cambiamenti climatici con nevicate tardive o piogge torrenziali.  

Specie che ibernano 

Oltre ad andare in letargo, alcune specie ibernano. Ovvero, riducono al mimino le funzioni vitali dell’organismo. Tra queste, la rana dei boschi che vive nel Nord America. Questa rana in inverno sembra “morta congelata”. In realtà, secondo quanto accertato dagli scienziati, la rana dei boschi usa l’urea e il glucosio come anti gelo presente nel loro sangue nel periodo invernale. In questo modo, sospendono le funzioni vitali del proprio organismo, dal cuore, all’attività cerebrale al flusso sanguino. Infine, quando si rialzano le temperature, le rane torno magicamente in vita. 

Specie che vanno in letargo

Molte specie organizzano il periodo invernale andando in letargo. Non solo mangiano a sufficienza per superare l’inverno ma entrano in un sonno in cui riducono al minimo le loro funzioni vitali. Altre specie fanno invece scorte alimentari. Tra queste, molti piccoli roditori come gli scoiattoli, ma anche specie selvatiche come i coyote. 

 

Ti potrebbe anche interessare–> Fauna selvatica, statu quo: soccorso animali e mutamento climatico. Una vera emergenza

 
C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI