Home News Bracconaggio: Bella, rinoceronte femmina uccisa per un centimetro di corno

Bracconaggio: Bella, rinoceronte femmina uccisa per un centimetro di corno

CONDIVIDI
rinoceronti avorio
Bella uccisa dai bracconieri

Uccidono rinoceronte femmina per asportare pochi centimetri di corno

Avete mai sentito un cucciolo di rinoceronte piangere perché non trova più la madre? E’ un gemito drammatico, un suono straziante che penetra l’animo e va dritto al cuore. E’ il pianto del piccolo Tank, il cucciolo di Bella, un rinoceronte femmina che era ospitata nel Kragga Kamma Game Park in Sudafrica.

Purtroppo, Bella è stata uccisa per il corno. Non per tutto il corno, ma per solo un centimetro di corno. Bella era un rinoceronte bianco, uno dei cinque tipi di rinoceronte, classificato come “near threathened”, “quasi minacciato”. Per evitare che fosse uccisa dai bracconieri, i ranger avevano già esportato il suo corno. Nonostante ciò, Bella non è stata risparmiata e per la base del corno, i bracconieri l’hanno uccisa a sangue freddo, a fine giugno.

Bella aveva 4 cuccioli, il più piccolo di 16 mesi. Ayesha Cantor, che dirige il parco, ha raccontato di aver ritrovato il cucciolo orfano, che nella riserva cercava conforto da altri esemplari femmine, nella speranza di trovare una mamma adottiva.

Bracconaggio specie protette

“E’ semplicemente assurdo ucciderla per solo un centimetro, è uno spreco davvero incomprensibile”, ha commentato la Cantor, esprimendo tutta la sua amarezza.

In base a quanto riferito, sul mercato nero, il corno di rinoceronte arriva fino a 100mila dollari al chilo. Avrebbe proprietà curative, usato per il cancro e contro l’impotenza.

La perdita di Bella ha fatto il giro del mondo. Le immagini di questa esemplare morta inutilmente hanno commosso milioni di persone. Gli utenti condividono le fotografie di Bella in compagnia del suo cucciolo Tank. Tra le testimonianze più commuovente, il video senza immagini della Cantor che ha registrato il pianto del cucciolo rimasto orfano al momento del suo ritrovamento.

Oppure, un altro utente ha voluto ricordare il giorno in cui a Bella furono asportati i corni dai ranger, credendo che sarebbe stata salvata. Quel giorno, scrive l’utente, una bambina ha assistito alla scena, temendo che fosse stato fatto del male al rinoceronte, la bambina di due anni, si avvicinò al muso del rinoceronte, per baciarle la parte lesionata.

La pura innocenza che l’uomo dovrebbe preservare per poter continuare a meravigliarsi, entusiasmarsi e a provare sentimenti per le altre specie, così come quella bambina che si era avvicinata a Bella.

L’omaggio a Bella con il suo cucciolo 

Il pianto del cucciolo di Bella rimasto orfano

La bambina che baciò Bella

C.D.