Home Non solo Cani e Gatti Il caso del pappagallino ‘smemorato’: alla fine si scopre la verità

Il caso del pappagallino ‘smemorato’: alla fine si scopre la verità

CONDIVIDI

Di animali unici ed eccezionali in natura ne esistono, ognuno con le proprie incredibili caratteristiche. Ad esempio in Australia oltre a canguri, koala e simili c’è il vombato, un essere del tutto particolare. Ma anche qui da noi le curiosità legate al mondo animale non mancano. E’ il caso di un pappagallino ospitato nel rifugio di Monza che ha attirato sin da subito l’attenzione dei volontari dell’ENPA. I quali ben presto scoprono che il loro nuovo ospite potrebbe essere il volatile che una famiglia aveva smarrito ben due anni prima; per ritrovarlo, i suoi vecchi padroni avevano nel frattempo postato alcuni annunci su internet, con tanto di descrizione. Il pappagallo smarrito si chiama Rico, è un calopsite (Nymphicus hollandicus) di colore grigio e con un bel ciuffo giallo, ma il tratto che più di tutti lo rende riconoscibile è il fatto che Rico fischietti a menadito la celebre musichetta de ‘La Famiglia Addams’. Sa poi dire la parola ciao ed anche il suo nome, ma una volta messo in contatto con i diretti interessati, il pappagallo non ha saputo proferir parola. Forse perché, non più sollecitato a farlo, in questi due anni può anche aver dimenticato queste due azioni.

Pappagallino, è Rico il tuo nome?

Il pappagallino potenziale smemorato viene portato a casa, e si confida sul fatto che magari l’ambiente domestico possa contribuire a renderlo più intraprendente o a fargli ricordare le cose che era solito fare. Alla fine però è giunto il verdetto: quel bel pennuto non è Rico, ma poco importa perché alla fine la famiglia ha deciso di dargli lo stesso ospitalità e di affiancargli anche una femmina, nel frattempo giunta come lui nel canile.

ENPA – Pagina Facebook ufficiale