Home Non solo Cani e Gatti Come prendersi cura di un criceto russo: cosa occorre sapere

Come prendersi cura di un criceto russo: cosa occorre sapere

Come prendersi cura di un criceto russo e assicurargli tutte le sue necessità sena sbagliare? Vediamo cosa dobbiamo sapere su questo peloso prima di adottarlo.

Come prendersi cura di un criceto russo
(Foto Pixabay)

Adottare un piccolo criceto è il sogno di molte persone. Potersi occupare di una tenera creatura e darle tutto il benessere e la serenità che merita è una scelta che comporta soddisfazione personale e anche tante responsabilità. Bisogna assicurare all’animale cibo, salute, sicurezza e l’ambiente domestico tranquillo. Vediamo, in particolare, come prendersi cura di un criceto russo.

Come prendersi cura di un criceto russo: gabbia giusta e alimentazione corretta

Il criceto russo è perfetto per chi ha una piccola abitazione ma anche lui, come tutti gli animali domestici, ha bisogno di particolari attenzioni e cure quotidiane, così come una buona organizzazione del suo ambiente per farlo vivere in salute e in serenità. Leggiamo meglio qui nell’articolo.

Adottare un criceto russo
(Foto Pexels)

Nella famiglia dei roditori, il criceto russo è tra i pelosi più ricercati e apprezzati, soprattutto da chi ha poco spazio in casa e vorrebbe comunque un piccolo amico di cui prendersi cura e con cui trascorrere del tempo felice.

Questo tenero animaletto proveniente dalla Russia non è molto esigente, basta conoscere poche e semplici regole importanti che gli permetteranno di crescere, vivere bene e senza alcun problema di salute, insieme a noi.

Il criceto russo, con il suo pelo morbido, è molto tranquillo ed essendo originario di un Paese molto freddo, può resistere alle temperature più basse (fino a -25°C). Va d’accordo con gli altri animali e ha l’abitudine di dormire quasi tutto il giorno. Di notte, invece, torna ad essere vivace e desideroso di coccole.

Dormendo nelle ore diurne, si consiglia di organizzare strategicamente il luogo in cui sistemare la sua gabbietta, per farlo riposare tranquillo. Il piccolo roditore, infatti, necessita di una gabbia di buone dimensioni, che gli consenta di muoversi e che sia in una zona ventilata della casa ma lontana dalla luce del sole.

Nella gabbia del piccolo peloso non devono mai mancare la sua ciotola per il cibo e il beverino per l’acqua. Fondamentale nella gabbietta è anche la ruota di plastica per consentirgli di correre, attività che adora.

Il ruolo dell’alimentazione per il peloso

L’alimentazione svolge un ruolo importantissimo nel percorso di sviluppo e crescita del roditore. Per non commettere errori e non rischiare di danneggiare il suo organismo, è sempre consigliabile acquistare in negozio il cibo specifico per questo animale e integrare la sua dieta. Il criceto può mangiare frutta e alcune verdure, basta informarsi.

Alcuni cibi sani gli fanno particolarmente bene, come il mais, la mela e la frutta secca. Prima di essere offerti al criceto russo, questi alimenti devono essere sempre lavati, sbucciati e tagliati in piccoli pezzettini.

Se vi state chiedendo se il criceto può mangiare la lattuga, si consiglia di leggere qui. Inoltre, il roditore non può assolutamente mangiare dolci e caramelle, poiché possono provocare diabete e diarrea del criceto.

Potrebbe interessarti anche: Dieta del criceto: la migliore alimentazione possibile (e la peggiore!)

Occuparsi del criceto russo: l’igiene e la pulizia

Ci sono altri aspetti importanti di cui tenere conto per prendersi cura di un criceto russo. Questi aspetti sono l’igiene del roditore e la pulizia del suo ambiente. Vediamo, insieme, cosa deve fare il suo padrone per mantenere l’ordine e fornire la giusta sicurezza all’animale, qui di seguito.

Occuparsi del criceto russo
(Foto Unsplash)

Se ci si vuole occupare con affetto e responsabilità di questo simpatico roditore, è bene essere pazienti e dedicarsi anche alla pulizia della sua gabbia ogni settimana. Si consiglia di disinfettare il suo interno e ciò che contiene con un sapone delicato, asciugare bene e cambiare la segatura.

Per evitare problemi di salute e malattie del criceto, è bene scegliere una segatura dall’odore non troppo forte. É altrettanto basilare cambiare la ciotola ogni volta che gli si somministra del cibo fresco e cambiare l’acqua ogni giorno, lasciandola sempre a disposizione per lui.

Per quanto riguarda l’igiene personale del criceto russo, lo si può pulire facendolo entrare in una sabbia apposita e farlo rotolare in modo da rendere pulito il suo pelo. Attenzione a non esporre la testa e il muso se si decide di optare per il bagnetto classico.

Come prendersi cura del criceto russo: la sua riproduzione

Una possibile riproduzione dell’animale può verificarsi nel momento in cui vivono nella stessa gabbietta un esemplare maschio e uno femmina.

Insieme, i roditori possono riprodursi fino a 5 volte durante l’anno. Qualora i due criceti dovessero avere dei cuccioli, si consiglia di spostarli in un’altra gabbia lontana dai genitori poiché, purtroppo, esiste il rischio che si cibino dei loro figli.

Ci sono, poi, altri problemi riguardo la territorialità e lotte continue se si lasciano accoppiare due criceti. Se non si desiderano queste preoccupazioni quotidiane, si consiglia di tenere in gabbia due criceti dello stesso sesso.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G