Home Non solo Cani e Gatti Come si riproduce lo scoiattolo: cosa è importante sapere

Come si riproduce lo scoiattolo: cosa è importante sapere

Come si riproduce lo scoiattolo e quante volte durante l’anno? Ci sono alcune cose interessanti da scoprire su questo piccolo e tenero roditore.

Come si riproduce lo scoiattolo
(Foto Unsplash)

Agile e sfuggente arrampicatore dagli occhietti dolci e la coda eretta che lo contraddistingue, lo scoiattolo è tra gli animali più amati di sempre. Questo roditore che abita le montagne e le colline vive muovendosi velocemente e non lascerebbe mai la sua dimora se non per la ricerca di cibo. Sono tante le curiosità su questo piccolo peloso. Molti non sanno come si riproduce lo scoiattolo. Sei nel posto giusto per avere una risposta.

Come si riproduce lo scoiattolo

Questo velocissimo e diurno animale vive anche lui l’accoppiamento e, dunque, la riproduzione. Vediamo, insieme, in quale periodo avviene e in che modalità.

Come si riproduce il roditore
(Foto Pexels)

Lo scoiattolo figura tra i roditori più desiderati anche se poterlo addomesticare non è una fortuna per tutti, poiché bisognerebbe informarsi sulle leggi della propria città riguardo questo animale.

Ci sono tante curiosità sul modo di vivere di questo roditore, che vedremo più avanti. Questo perché in molti si chiedono come si riproduce lo scoiattolo ed è bene soffermarsi anche su questo punto.

Innanzitutto, è bene sapere che lo scoiattolo non manifesta differenze di genere nella sua specie e l’animale si può riprodurre fino a due, tre volte l’anno.

Lo scoiattolo femmina può andare in estro due volte: tra dicembre e febbraio e tra maggio e giugno. Il suo estro dura circa 8 ore e, durante questa fase, si assiste all’ingrossamento della zona genitale.

Nel frattempo, si verifica una vera competizione tra gli scoiattoli maschi, i quali lottano per riuscire ad accoppiarsi con la femmina. L”interessa da parte del maschio nasce già cinque giorno dopo l’inizio dell’estro.

Svezzamento e crescita dei cuccioli

La femmina ha un periodo di gestazione che dura circa 40 giorni, dopodiché partorisce. Dal parto nascono, in media, 34 cuccioli ma si può arrivare anche alla nascita di 6 cuccioli.

Arrivati alle sette settimane, i piccolo scoiattoli verranno svezzati e dopo il mese potranno lasciare il loro nido. É bene sapere che una madre è molto protettiva durante l’allattamento e non permette che si avvicini nessuno ai suoi piccoli.

Prima di potersi riprodurre, lo scoiattolo deve aver compiuto almeno il primo anno di vita.

Potrebbe interessarti anche: Avere uno scoiattolo come animale domestico: a cosa andiamo incontro

Curiosità sullo scoiattolo: un pelosetto tutto particolare

É quell’animale dall’aspetto dolce e lo sguardo timido che tutti vorrebbero vedere, anche soltanto per pochi istanti, ma lui è troppo veloce e scappa subito via, ovunque si trovi. Conosciamo meglio il piccolo e irresistibile roditore, con qualche altra curiosità imperdibile.

Lo scoiattolo e la riproduzione
(Foto Pixabay)

Con i suoi grandi occhi e quei ciuffetti sulle orecchie, lo scoiattolo conquista il cuore di grandi e piccini, sempre speranzosi di poterlo avvistare e tentare di avvicinarsi a lui.

Quante curiosità sullo scoiattolo ci sono da scoprire. Ad esempio, non tutti sanno che il tenero roditore tende a scurire il suo mantello durante la stagione fredda, passando dal rossastro al bruno.

Si tratta di un peloso che non va in letargo in inverno, come molti erroneamente credono. Semplicemente, alterna dei periodi di sonno prolungato a periodi in cui è molto attivo, durante i quali si mette alla ricerca del cibo di cui fare scorta.

É un vero golosone. Lo scoiattolo va pazzo non solo di ghiande e noci, ma mangia con piacere anche germogli, cortecce, pinoli e anche le uova degli uccelli. Il peloso ha l’invidiabile capacità di trovare cibo anche sotto una massa di neve, grazie al suo olfatto!

Lo conosciamo anche per il suo divertente modo di correre via, a zig zag. La piccola creatura cambia sempre la sua direzione di fuga ed è molto furba. Il roditore, infatti, può fare finta di scavare una buca e ricoprirla velocemente, con l’obiettivo di ingannare altri ricercatori di cibo.

Non gli dispiace avvicinarsi alle case degli umani alla ricerca di altro cibo e, se si ha la fortuna di possedere un giardino, si può realizzare lì un piccolo rifugio per lui. In questo modo, si potrebbe avere la fortuna di vederlo gironzolare furtivamente ogni giorno.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.