Cosa fare se si trova un riccio in giardino: chi chiamare e come comportarsi

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

Non solo Cani e Gatti

Ecco come comportarsi e chi chiamare, insomma, cosa fare se si trova un riccio in giardino, lo dicono gli esperti.

riccio in giardino
Riccio in giardino (Pixabay-Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Il riccio europeo è un piccolo mammifero che appartiene alla famiglia Erinaceidae. Si presenta con un musetto allungato e un corpo cosparso di piccoli aculei che usa quando è spaventato o per difendersi.

Sono animali principalmente notturni che vanno in letargo da ottobre a marzo e quando si risvegliano possono rifugiarsi in luoghi a noi molto noti.

Mai capitato di trovarne uno nel proprio giardino? In questo articolo vedremo proprio che cosa fare se si trova un riccio in giardino, come comportarsi e chi chiamare eventualmente.

Lo facciamo attraverso le informazioni raccolte in centri specializzati nel recupero o nel soccorso di questi piccoli animali.

Cosa fare se si trova un riccio in giardino: i consigli su come agire

È molto raro trovare in giro dei ricci di giorno, se si trovano probabilmente stanno avendo qualche problema. Invece, di notte sono molto attivi e se ne possono incontrare un po’ ovunque nelle zone boschive o dove c’è dell’erba.

riccio con i suoi piccoli
Riccio con i suoi piccoli (Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Altra cosa a cui prestare attenzione è il periodo. In che periodo avete trovato o state trovando un piccolo riccio nascosto nel giardino tra i rami? Se è periodo di letargo non bisogna disturbarlo ed è assolutamente normale trovarlo fermo immobile.

Se il periodo è l’estate, se è fermo immobile e non reagisce, purtroppo vuol dire che è morto. Di solito, appena sentono un rumore iniziano a spostarsi e a scappare. Ma sono animali un po’ lenti, quindi è facile vederli.

La cosa giusta da fare secondo gli esperti è non fare nulla. Lasciare l’animale libero di correre, di passare o di agire nel giardino non darà nessun fastidio alle persone o al giardino stesso.

Se il riccio è particolarmente agitato, poi, è molto probabile che si tratti di una mamma che sta cercando materiale per costruire il proprio nido e far nascere i suoi piccoli.

Se invece, un riccio si è abituato al vostro giardino e lo vedete spesso, allora potreste agire. Il meglio che potete fare per lui è creargli un giaciglio, un piccolo nascondiglio fatto di rami e foglie dove possa sentirsi al sicuro.

Inoltre, potete lasciargli, senza essere invadenti o aggressivi, un po’ di cibo. Un riccio mangia principalmente insetti, tuttavia, si potrebbe provare a lasciare delle crocchette, quelle tipiche per cani e gatti, e qualche bacca. Attenzione a frutta e verdura, il riccio non può mangiare troppi alimenti zuccherati.

Chi chiamare se il riccio è ferito

Se, invece di trovarlo in perfetta salute, trovate un riccio ferito è importante sapere che cosa fare. Prima occorre valutare la situazione e poi chiamare chi di dovere.

riccio tra le mani di una persona
Riccio tra le mani di una persona (Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Il riccio, di solito, quando ha paura o è in pericolo diventa una piccola palla e rimane immobile. Se non ci sono segni particolari, occorre lasciarlo stare. Se, invece, si notano delle perdite di sangue dal naso e tra gli aculei, allora si tratta di un esemplare ferito.

La situazione è grave anche se non riesce ad appallottolarsi completamente ma esce una zampina. A quel punto, mai spostarlo. Al massimo, se si trova in mezzo alla strada, portarlo nell’erba, ma mai spostare i ricci per più di 100 metri da dove si trovano.

Sono animali molto territoriali e si creano ritrovi e punti di riferimento. Portare via un riccio dal suo territorio può essere per lui devastante. Ad ogni modo, in caso di riccio ferito bisogna chiamare subito un veterinario oppure un Centro Recupero di Animali Selvatici (CRAS).

Infine, se trovate un nido con dei cuccioli, prima di spostarli o fare qualcosa, è meglio assicurarsi che la mamma non sia semplicemente in giro per cercare del cibo.

Gestione cookie